Su
Lo sapevate che
Nuovo Regolamento
Montepremi
Schemi

cliccare sull'art. se non si vuole scorrere tutto il regolamento

 

 

Titolo I

Degli obblighi e dei divieti

 

art 1

(Sottoscrizione del regolamento)

comma 1 (cosa si sottoscrive)

 

art 2

(Divieto d'interpretazione)

comma 1 (giusta interpretazione)

comma 2 (regole nominative)

comma 3 (postille di chiarimento)

 

art 3

(Condotta scorretta)

comma 1 (cartellini disciplinari)

comma 2 (provvedimenti per cartellini gialli e rossi)

comma 3 (votazione disciplinare)

comma 4 (svolgimento votazione disciplinare)

 

art 4

(Divieti d'interferenze e obbligo di collaborazione)

 

art 5

(Condotta antisportiva e condotta collaborativa)

 

art 6

(Divieto di falso ritiro)

comma 1 (ritiro in corso)

comma 2 (sostituto o squadra "scossa")

p.1 del comma 2 / p.2 del comma 2

comma 3 (ritiro per motivi personali e regola "salvamimmo")

 

Titolo II

Dei diritti

 

art 7

(Diritti d'autore)

 

art 8

(Diritto di veto)

comma 1 (applicazione del diritto di veto)

postilla di chiarimento del comma 1

comma 2 (precisazioni sul diritto di veto)

p.1 del co. 2 / p.2 del co. 2 / p.3 del co. 2

comma 3 (divieto di raggiro del diritto di veto e partecipante invisibile)

 

Titolo III

Delle variazioni e delle votazioni

premessa

 

art 9

(Variazione regolamentare)

comma 1 (modalità della variazione)

 

art 10

(Votazioni)

p.1 dell'art 10 / p.2 dell'art 10

comma 1 (votazione di più proposte)

comma 2 (proposte respinte)

comma 3 (obbligo di esprimere il voto e astensione)

 

art 11

(Votazioni in corso)

 

art 12

(Divieti di votazione)

comma 1 (divieto relativo)

comma 2 (divieto assoluto)

 

art 13

(votazione su potenziali nuovi partecipante)

 

Titolo IV

Dei campionati e delle coppe

 

art 14

(Nr. e tipi di campionati)

comma 1 (schema a gironi)

 

art 15

(Parità di posizione)

 

art 16

(Supercoppafcrc92)

comma 1 (svolgimento finale)

comma 2 (motivo della nascita della supercoppa fc)

comma 3 (premio delle supercoppa)

postilla di chiarimento del comma 3

comma 4 (assenza di sfidante)

 

Titolo V

Delle riunioni

 

art 17

(Rose)

 

art 18

(Giorno del mercato iniziale)

comma 1 (modalità di scelta del giorno)

comma 2 (mercato anticipato)

 

art 19

(Formula del mercato iniziale)

p.1 dell'art 19 / p.2 dell'art 19

comma 1 (scelta delle posizioni di mercato)

 

 art 20

(I divieti nel mercato)

 

art 21

(Ruoli ambigui dei giocatori)

comma 1 (indirizzo guida)

p.1 del comma 1 / p2 cel comma 1

comma 2 (modalità di attribuzione ruolo)

comma 3 (in caso di mancanza di attribuzione)

 

art 22

(Mercato di riparazione)

comma 1 (modalità di attribuzione delle posizioni)

comma 2 (scambi nel mercato di riparazione)

comma 3 (completamento rosa)

comma 4 (nr. minimo di partecipanti al mercato di riparazione)

postilla di chiarimento del comma 4

altra postilla di chiarimento del comma 4

 

art 23

(Assenze nelle riunioni di mercato)

comma 1 (in quello iniziale)

comma 2 (lista "salvandrea")

comma 3 (in quello di riparazione)

 

art 24

(Abbandoni nei mercati)

 

intervallo

 

Titolo VI

Delle comunicazioni

 

art 25

(Comunicazione formazione e sua correzione)

comma 1 (comunicazione al proprio avversario)

comma 2 (comunicazione ad un terzo partecipante)

comma 3 (comunicazione a tutti gli altri partecipanti)

 

art 26

(Orario d'inizio di una partita di serie A)

comma 1 (caso particolare di inizio)

 

art 27

(Mancata comunicazione)

 

art 28

(Tardiva comunicazione)

 

art 29

(Formazione turno precedente e d'ufficio)

 

art 30

(Errori di comunicazione)

postilla di chiarimento dell'art 30

 

art 31

(Sanzioni di gioco)

comma 1 (alcuna responsabilità del terzo)

comma 2 (obbligo di comunicazione dell'infrazione)

comma 3 (pagamento delle sanzioni di gioco)

 

art 32

(Divieti di comunicazione)

 

Titolo VII

Dei conteggi

 

art 33

(Giornale di riferimento del fcrc92)

p.1 dell'art 33 / p.2 dell'art 33 / p.3 dell'art 33

postilla di chiarimento del p.1

 

art 34

(Esiti partite)

 

art 35

(Bonus e malus)

postilla di chiarimento dell'art 35

 

art 36

(Moduli di gioco)

 

art 37

(Fasce di punteggio)

 

Titolo VIII

Delle sostituzioni regolari

 

art 38

(Panchina)

comma 1 (panchina intelligente)

comma 2 (regola "marcello" del J+ e J-)

p.1 del co.2 / p.2 del co.2 / p.3 del co.2 / p.4 del co.2 / p.5 del co.2

postilla di chiarimento del comma 2

 

art 39

(Sostituzioni regolari)

comma 1 (ruolo per ruolo)

comma 2 (per ruoli diversi)

comma 3 (bonus o malus dopo l'effettivo modulo)

comma 4 (sostituzione portiere)

comma 5 (ordine di scelta dalla panchina)

p.1 del comma 5 / p.2 del comma 5

 

art 40

(abrogazione "d'ufficio" del 4 d'ufficio)

 

 art 41

(S.v. particolari)

comma 1 (s.v. con bonus e/o malus)

postilla di chiarimento del comma 1

comma 2 (s.v. del portiere)

comma 3 (s.v. improprio)

 

Titolo IX

Delle partite di serie A

e delle sostituzioni illimitate

 

art 42

(Sostituzioni illimitate)

comma 1 (rivisitazione della formazione)

p.1 del co.1 / p.2 del co.1 / p.3 del co.1

postilla di chiarimento comma 1

 

art 43

(Partite di serie A sospese, rinviate, annullate etc)

postilla di chiarimento dell'art 43

comma 1 (partita annullata)

comma 2 (partita non iniziata e rinviata)

comma 3 (partita sospesa e rinviata dall'inizio)

comma 4 (partita sospesa e rinviata dal min. di sospensione)

comma 5 (tutto un turno di serie A rinviato)

 

art 44

(Tribuna giocabile)

comma 1 (tribuna)

comma 2 (tribuna giocabile)

p.1 del comma 2 / p.2 del comma 2

comma 3 (applicazione tribuna giocabile)

p.1 del co.3 / p.2 del co.3 / p.3 del co.3 / p.4 del co.3

comma 4 (ordine di scelta)

 

Titolo X

Dei soldi

premessa

 

art 45

(Quote di partecipazione)

comma 1 (interessi quote)

 

art 46

(Iscrizione stagionale)

p.1 dell'art 46 / p.2 dell'art 46

 

art 47

(Tesoriere)

comma 1 (ricevute di pagamento)

comma 2 (modalità dei versamenti)

postilla di chiarimento comma 2

 

art 48

(Montepremi)

p.1 dell'art 48 / p.2 dell'art 48

 

art 49

(penalità)

 

postilla del tit X

 

Titolo XI

Del sito

 

art 50

(Sito fcrc92)

 

art 51

(Ufficialità del sito)

 

art 52

(Alcuna responsabilità)

 

 

prossimamente potrete entrare

per scaricare il regolamento in formato pdf

 

link per scaricare gratuitamente

il programma per leggere il formato PDF

del regolamento

Adobe Reader - Download

 

 

 

 

 

 

 

Titolo I

Degli obblighi e dei divieti

(titolo non assoggettabile a modifiche e abrogazioni)

 

art 1

(Sottoscrizione del regolamento tacita)

Ogni partecipante (individuale o in coppia)

appena data l'adesione (se gli è stato chiesto di partecipare)

o appena ammesso (se si è proposto lui di giocare) al fcrc92,

è obbligato

a prendere immediatamente visione del seguente regolamento

sul sito del fcrc92 o sul cartaceo ivi scaricabile,

regolamento che verrà dal partecipante

sottoscritto automaticamente e tacitamente

se non comunica espressamente (ad almeno un partecipante)

il proprio rifiuto a sottoscriverlo (e quindi anche a partecipare al fc)

entro 1 giorno dalla sua ammissione o adesione.

Condividendone viceversa

tutti i suoi titoli, art. e commi,

 ai quali sarà soggetto.

Questo in quanto al fcrc92

(come del resto per qualsiasi gioco che si rispetti)

non vi si può partecipare senza conoscere e condividerne le regole.

Chi lo farà (ad es. non leggendo il seguente regolamento),

fermo restando la sottoscrizione tacita automatica

che quindi rimane valida,

giocherà

con inevitabili errori sia di gioco che di condotta

non avendo inoltre alcuna possibilità di difesa

con dei "non sapevo"

indice

 

 

comma 1 (art. 1)

(Cosa si sottoscrive)

Intanto si sottoscrive di giocare per conto e in nome proprio

in base a quanto stabilito dal comma 3 dell'art. 8 tit. II

 infatti se in coppia con altro partecipante

quest'ultimo deve essere obbligatoriamente dichiarato

e la sottoscrizione riguarderà entrambi.

Inoltre con questa sottoscrizione tacita e automatica

(e quindi in assenza di espresso rifiuto di sottoscrizione)

non solo si ammette di conoscere il regolamento

ma conoscerlo per come effettivamente

i legislatori l'hanno voluto intendere.

I legislatori sono coloro che

con una regola

(ideata, scritta, proposta e accettata)

attuale e futura

hanno contribuito e contribuiranno

alla costituzione del regolamento del fcrc92.

Legislatori ai quali tutti i partecipanti

daranno totale e assoluta fiducia

(come stabilito e disciplinato dall'art. 2)

indice

 

 

art 2

(Divieto d'interpretare)

In base a quanto chiarito

dal comma 1 dell'art. 1

(sottoscrizione anche dell'intento del legislatore)

è  vietato quindi interpretare il regolamento

anche se lo stesso legislatore

mette in preventivo che una regola possa

(per poca chiarezza o per difficoltà oggettiva etc)

indurre a delle interpretazioni diverse,

ma il divieto di questo articolo

nasce dalla necessità di non permettere

da qui (48° campionato) in futuro,

più a nessuno

di non rispettare il regolamento 

con la scusa di una regola "poco chiara" o "scritta male" etc.

e di variarlo a proprio piacimento

ed in modo irregolare (ad es. in corso o con votazioni vietate).

Per cui

in conseguenza a quanto stabilito in questo articolo

sono ammesse (e consigliate)

sia in sede di prima consultazione del regolamento

che successivamente

(cioè durante anche lo svolgimento dei campionati)

richieste di chiarimenti regolamentari

al legislatore di una precisa regola

e vietate assolutamente

discussioni d'interpretazione sulle regole

anche se incomplete, scritte male, poco chiare, difficili etc

visto anche quanto stabilito dal comma successivo

indice

 

 

comma 1 (art. 2)

(Giusta interpretazione)

In caso di dubbia interpretazione e applicazione di una regola

per qualsiasi motivo

(anche oggettivo come ad es. per un errore di scrittura)

fa fede la cosiddetta "giusta interpretazione"

e cioè quella che il legislatore della regola

(oggetto di dubbio da parte di un partecipante o tra due o più partecipanti)

dichiara di aver voluto intendere originariamente

indice

 

 

comma 2 (art. 2)

(Regole nominative)

Per permettere l'applicazione del comma precedente

sulla "giusta interpretazione",

tutte le regole che verranno inserite nel seguente regolamento

porteranno il nome di chi

le pensa, le propone e le scrive.

Nelle varie tre fasi cmq deve essere sempre un'unica persona

per non avere delle doppie "giuste interpretazioni" su una stessa regola

ad es. nel caso in cui è ideata da uno e scritta da un altro.

Regole che se accettate

poi saranno riportate fedelmente 

nel sito e nel regolamento cartaceo ivi scaricabile,

attribuendo il nome del suo legislatore (1 solo)

che ne avrà quindi automaticamente

il diritto di "giusta interpretazione".

Per quelle attuali

che non hanno un nome di riferimento

in quanto fanno parte del regolamento originario,

si farà riferimento al legislatore partecipante mario c.

indice

 

 

comma 3 (art. 2)

(Postilla di chiarimento)

Quando viene interpellato il legislatore per un chiarimento

lo stesso deve per e-mail o attraverso il sito/forum

(e a tutti i partecipanti)

chiarire l'oggetto del contendere.

Immediatamente si apporterà al regolamento

un'aggiunta

la cosiddetta "postilla di chiarimento"

(alla fine dell'art. o comma da chiarire)

senza quindi toccare in alcun modo il testo originario dell'art o comma.

Questo in quanto il regolamento

può essere variato esclusivamente

a votazione e maggioranza dei partecipanti

come disciplinato dal titolo III.

Le postille di chiarimento

potranno anche essere introdotte

su iniziativa del legislatore

e in qualsiasi momento lo ritenga opportuno

(anche a campionato in corso),

questo perchè la natura della postilla

è esclusivamente quella di "chiarire"

e non certo di "modificare".

Faranno parte delle postille di chiarimento anche

tutti quegli esempi inerenti gli argomenti

trattati dal titolo VIII e IX (sostituzioni regolari ed illimitate)

per la complessità della materia

e ulteriori spiegazioni su qualsiasi regola

che man mano e a discrezione del legislatore

si renderanno necessarie

indice

 

 

art 3

(Condotta scorretta)

Premesso che non vi rientra la costruttiva critica

ad un legislatore in merito

alla presenza di una regola e la relativa disciplina,

nè vi rientra una discussione pacifica

sull'opportunità di variare o aggiungere una regola

e precisando che vietato è invece

creare discussioni interpretative con altri partecipanti

su regole esistenti

per l'ottenimento di un qualcosa inerente il gioco

(es. una vittoria, un'invalidità di formazione etc),

premesso quindi tutto ciò

chi non rispetta l'art. 2 (divieto d'interpretare il regolamento)

si rende responsabile di condotta scorretta

nei confronti del legislatore,

degli altri partecipanti e di tutto il fcrc92

e sarà soggetto alle

conseguenze disciplinari previste dai commi successivi

indice

 

 

comma 1 (art. 3)

(Cartellino disciplinare giallo e rosso)

A chi si rende responsabile di condotta scorretta e solo per questa

(es. continuare una discussione per dubbia interpretazione 

su una regola nonostante il chiarimento del suo legislatore),

gli sarà comminato un cartellino giallo

dal legislatore (e solo da lui) della regola in questione.

Ed in caso di una ulteriore situazione simile

(anche per una regola diversa

ma nell'ambito della stessa stagione fantacalcistica)

gli verrà comminato il cartellino rosso

dal legislatore (e solo da lui)

della regola oggetto della nuova discussione

indice

 

 

comma 2 (art. 3)

(Provvedimenti per il cartellino rosso subito)

A chi gli viene comminato il cartellino disciplinare rosso

gli si potrà precludere per il campionato di riferimento

(secondo le modalità del comma 3 successivo)

qualsiasi vincita economica spettante alla fine dello stesso

(cioè gli eventuali premi di cui all'art. 48)

fermo restando cmq il riconoscimento non economico

e cioè fantacalcistico

(vittoria del campionato, del capocannoniere etc.).

Il premio economico non attribuito per condotta scorretta

andrà ad aumentare il montepremi del campionato di fc successivo

dividendolo in parti uguali tra tutti i premi previsti.

Si precisa

che alla fine della stagione fantacalcistica

i cartellini gialli e rossi verranno cancellati.

indice

 

 

comma 3 (art. 3)

(Votazione disciplinare)

Un partecipante con cartellino rosso

può essere effettivamente giudicato

meritevole della punizione di cui al comma 2

solo attraverso

la cosiddetta "votazione disciplinare" che prevede:

1) la maggioranza assoluta

(7 su 8 o 6 su 8 se 2 accusati etc)

2) e che tutti i votanti siano a conoscenza diretta

dei comportamenti sotto accusa

(notati quindi di persona o attraverso il forum o un'e-mail

inviata anche ad un solo partecipante

ma averne preso almeno visione),

in quanto non è ammesso votare

contro un partecipante (anche se con cartellino rosso)

per sentito dire

indice

 

 

comma 4 (art. 3)

(Svolgimento della votazione disciplinare)

La votazione avverrà in forma privata tra i soli partecipanti votanti

(cioè tutti tranne colui o coloro che hanno subito il cartellino rosso)

di persona o telefonicamente, via e-mail etc.

Qualsiasi sia stata la decisione verrà comunicata immediatamente

(attraverso il sito) al partecipante in questione

con la specifica

dei voti singoli espressi e della motivazione.

Quanto disciplinato da questo comma (e da tutto l'art. 3)

è ammesso solo ed esclusivamente

per casi di violazione dell'art. 2 (divieto d'interpretare)

del nuovo regolamento del fcrc92

indice

 

 

 art 4

(Divieto d'interferenza e Obbligo di collaborazione)

Per interferenze s'intendono tutte quelle informazioni di gioco

dalle scelte mercato a quelle delle formazioni

sia inerenti i giocatori che le tattiche,

date spontaneamente (e quindi non richieste)

 per interesse proprio ad un partecipante

e non comportarsi allo stesso modo

sempre per interesse proprio

o per "vendetta" con altro partecipante.

Alcuni esempi d'interferenze vietate

e quindi di condotta antisportiva:

es. 1

 ricordare (in modo interessato)

ad un partecipante di dare la formazione

al suo avversario

(magari suggerirgli pure come farla)

che guarda caso è lo stesso che lo incalza in classifica,

viceversa non ricordarlo mai

al proprio avversario di turno;

es. 2

informare a proprio piacimento

sugli squalificati, sugli infortunati e quant'altro

e cioè solo ad alcuni partecipanti (i soliti);

es. 3

mettersi d'accordo con un altro partecipante

nell'ambito delle tattiche di mercato

(come le posizioni di scelta) per gestire le scelte iniziali dei giocatori

magari per non far arrivare un preciso giocatore ad un altro partecipante;

Per collaborazioni invece s'intendono tutte quelle informazioni

date su richiesta

o anche in modo spontaneo ma a turno e a tutti indistintamente,

evitando quindi il crearsi di sottogruppi di favore

e contribuendo viceversa all'integrazione dell'intero gruppo di gioco.

Alcuni esempi di aiuti ammessi

e quindi di condotta collaborativa:

es. 1

informare con una e-mail tutti i partecipanti di un rinvio del primo anticipo

o che si prospettano delle sospensioni di partite di serie A

e farlo prima dell'orario limite per dare le formazioni;

es. 2

ricordare al proprio avversario (di turno)

di dare la formazione se teme

che sia in oggettive difficoltà per comunicarla;

es. 3

cercare in tutti i modi di soddisfare le richieste di un altro partecipante

e quindi se incaricato

- di dare la sua formazione e in tempo

- di ricevere la sua lista giocatori per una riunione e portarla

- di comunicare immediatamente i suoi impegni

nell'ambito della scelta del giorno per una riunione;

indice

 

 

 art 5

(Condotta antisportiva e Condotta collaborativa)

Questo articolo

non prevede nè punizioni (come invece per la condotta scorretta)

nè riconoscimenti particolari

ma chi

rientrerà tra gli esempi di cui all'art. 4 precedente

verrà di conseguenza considerato dal gruppo

- partecipante responsabile di condotta antisportiva (vietata)

o

- partecipante autore di condotta collaborativa (ammessa e gradita)

il che avrà un peso determinante in futuro

(soprattutto se in presenza anche di cartellini per condotta scorretta)

per il suo proseguimento in questo fcrc92.

Non certo provvedendo alla sua esclusione

espressamente vietata dal regolamento dall'art. 12 comma 2,

ma impedendo a parteciparvi di nuovo

ad es. in caso di riorganizzazione del gruppo

o di un suo rientro in futuro (dopo un suo momentaneo abbandono)

indice

 

 

 art 6

(Divieto di falso ritiro)

Nel fcrc92 è ammesso (naturalmente) il ritiro

e per qualsiasi motivo

da quello personale a quello in merito al gioco.

Questo (quello vero) deve essere comunicato

ad almeno un partecipante

con ampio anticipo rispetto alla fine del campionato di fc in corso

(quindi alla riunione iniziale dell'ultimo campionato a cui s'intende partecipare)

per permettere agli altri partecipanti di trovare in tempo un sostituto.

Non è ammesso invece quello falso

il cosiddetto "ritiro fallocco"

quello cioè che prevede l'immediato rientro

all'ottenimento di un qualcosa

e tenere così sotto ricatto gli altri partecipanti.

Se ciò dovesse avvenire

- sia in corso che a fine campionato

- sia attuato che solo minacciato anche ad un solo partecipante,

al suo rientro

(sempre se non impedito dal diritto di veto di cui all'art. 8 e relativi commi)

o dopo la sua semplice minaccia,

per regolamento

non gli si potrà concedere

(nè sarà possibile indire una votazione al riguardo)

quanto richiesto o preteso (anche a ragione)

per il campionato in corso

o per tutto quello successivo (se il falso ritiro è a cavallo tra 2 campionati di fc).

Questo per far desistere chiunque

dall'ottenere le cose con mezzi diversi da quelli concessi dal regolamento

che inevitabilmente vanno a minare il gruppo e rovinare il gioco.

indice

 

 

comma 1 (art. 6)

(Ritiro in corso)

In caso di un ritiro in corso di un partecipante

(qualsiasi sia il motivo)

se espressamente richiesto,

la sua quota o parte di essa già versata

verrà tranquillamente restituita.

Il legislatore sa che

quanto deciso in questo art. non raccoglierà il consenso generale

ma il fcrc92

deve avere sani principi

tra i quali

1) quello di restituire un quota ad un partecipante

che per motivi personali gli impediscono di continuare a partecipare

nonostante la sua volontà

2) quello di non pretendere soldi da alcuno

soprattutto se questo qualcuno (per suoi motivi) non vuole darli

(sempre e solo nell'ambito di un ritiro).

Inoltre non è il caso di aggiungere a questioni regolamentari

che presumibilmente hanno portato ad un ritiro,

delle ulteriori discussioni riguardante i soldi.

Per cui in caso di restituzione di una quota (o non data)

i premi di quel campionato verranno diminuiti in parti uguali

tenendo conto della somma restituita

(sempre che non venga trovato un sostituto).

Per sopperire all'assenza del ritirante

le soluzioni possibili sono quelle previste dal comma successivo

indice

 

 

comma 2 (art. 6)

(Sostituto o squadra "scossa")

In caso di ritiro in corso si hanno 2 possibilità:

1) trovare un sostituto che ne rilevi la squadra

il che può avvenire subito o anche dopo qualche giornata,

in ogni caso il partecipante sostituto dovrà pagare oltre

la sua personale iscrizione stagionale

(qualsiasi sia il campionato stagionale),

la quota eventualmente ritornata o non data

(o solo la parte rimanente) del ritirante

senza naturalmente gli interessi,

(non deve neanche le eventuali sanzioni

comminate al ritirante che verranno quindi cancellate);

2) se non fosse possibile trovare il sostituto

o fino a quando non si trova,

tutte le formazioni nelle partite successive al ritiro del partecipante

verranno formate d'ufficio

la cosiddetta "formazione d'ufficio"

utilizzando tutta la rosa del ritirante

(in uno dei 4 casi di utilizzo della tribuna giocabile)

adottando il modulo 4/4/2

come previsto anche dall'art. 29 (titolo VI)

in caso di formazione non data nella prima giornata

(nell'impossibilità quindi di utilizzare una formazione del turno precedente).

La rosa del ritirante prenderà

il nome di squadra "scossa" (essendo senza... fantino)

e partecipa come ogni altra squadra,

per cui potrà risultare prima o ultima

(senza pagare le penalità, ovviamente)

o avente anche il capocannoniere

e i dati relativi statistici saranno riportati

nell'archivio del fcrc92

appunto col nome di cui sopra.

Anche la finale di supercoppa (è bene precisare)

dovrà essere giocata contro la squadra "scossa".

Per cui non si avrà nessun slittamento di posizione

in classifica punti, gol o in quella marcatori

nè sostituzione nella finale di supercoppa fc etc

la squadra "scossa" infatti partecipa a tutti gli effetti,

anche quelli economici.

Gli eventuali premi economici vinti dalla squadra "scossa"

verranno utilizzati intanto

 nel campionato in corso per integrare

l'eventuale quota o parte di essa mancante

(ed in questo caso i premi rimarrebbero intatti)

ed in caso di rimanenza della vincita

verrà utilizzata anche

nel campionato successivo

dividendola in parte uguali tra tutti i premi previsti.

Mentre le eventuali penalità della squadra "scossa"

che se non abbinati ad una vincita (es. capocannoniere)

non può ovviamente pagare,

queste non verranno considerate nel montepremi finale

del campionato in corso

ed i premi verranno diminuiti in parti uguali

del rispettivo importo mancante

come per la quota mancante o parte di essa

se non recuperata nei modi previsti in questo comma

indice

 

 

comma 3 (art. 6)

(Ritiro per motivi personali e regola "salvamimmo")

In caso di ritiro per motivi personali

che impediscono al partecipante di continuare il fc

nonostante la sua volontà,

e quindi non per motivi legati al gioco

(come ad es per problemi sorti con qualche partecipante o inerenti il regolamento),

il ritirante quando vorrà riprendere a giocare

potrà essere sempre riammesso senza indire alcuna votazione

e avrà precedenza su altri potenziali partecipanti

che in quel momento sono presi in considerazione.

Ma otterrà il posto solo nel caso in cui

se ne libererà uno,

in quanto non sarà possibile

dare il buon servito al partecipante che nel frattempo ha preso il suo posto

per la cosiddetta regola "salvamimmo"

a meno che il ritirante e il sostituto non si siano

preventivamente messi d'accordo

e che lo stesso partecipante sostituto

(a conoscenza quindi della situazione)

ad inizio partecipazione non comunichi di sua spontaneità

ad almeno un partecipante

di voler giocare solo fino al rientro dell'attuale ritirante

o al suo rientro essere disposto a giocare in coppia con lui

come appunto da accordi presi.

Si precisa che invece

chi si ritira per motivi inerenti il gioco

(discussione regolamentare o con un partecipante etc)

alla sua richiesta di rientro

oltre a quanto disciplinato dall'art. 6

sarà

(come per qualsiasi potenziale nuovo partecipante)

oggetto di votazione

ed eventuale veto da un partecipante avente diritto

nonostante lo stesso ritirante che voglia rientrare

sia stato esso stesso un avente diritto di veto

indice

 

 

 

Titolo II

Dei diritti

(titolo non assoggettabile a modifiche e abrogazioni)

 

  art 7

(Diritti d'autore)

Il fcrc92 in quanto opera di carattere creativo

è soggetto alla legge sui diritti d'autore

i cui punti salienti e applicabili sono i seguenti:

La legge istituisce la tutela delle opere dell’ingegno di carattere creativo.

La tutela consiste in una serie

di diritti patrimoniali dell'autore (diritti esclusivi di utilizzazione)

e di diritti morali  (a tutela della personalità dell'autore)

che nel loro complesso costituiscono il "diritto d'autore".

 

Non c’è nessuna formalità amministrativa da seguire

per ottenere il riconoscimento dei diritti d’autore sull’opera.

Il diritto d’autore nasce automaticamente con la creazione dell’opera    

e il titolare dei diritti d’autore è, in via originaria,

l’autore in quanto creatore dell’opera.
      

Quali sono i diritti morali:


- diritto alla paternità dell'opera

(l'autore ha il diritto di essere pubblicamente riconosciuto come l'artefice dell'opera)


- diritto all'integrità dell'opera

(diritto di opporsi a deformazioni o modificazioni dell'opera

e a ogni altro atto a danno dell'opera stessa,

che possano essere di pregiudizio all'onore o alla reputazione dell'autore)


- diritto al ritiro dell'opera

(per gravi ragioni morali)

 

Quali sono i diritti patrimoniali ad esclusiva utilizzazione dell'autore:


- diritto di pubblicare l'opera;
- diritto di utilizzare economicamente l'opera;
- diritto di trascrivere l'opera;
- diritto di comunicare al pubblico l'opera;
- diritto di distribuire l'opera;

- diritto di elaborare l'opera

- diritto di modificare l'opera;

 

indice

 

 

  art 8

(Diritto di veto)

Agli attuali partecipanti

cioè esclusivamente quelli che costituiranno

il nuovo gruppo di gioco a partire dal 48° campionato (stagione 2008/09)

viene riconosciuto

come ringraziamento per la loro adesione di partecipazione

in questo particolare momento di difficoltà dello storico fcrc92

permettendone quindi il proseguimento,

il diritto di veto

(il più alto riconoscimento disciplinare)

ma solo nel caso previsto dal comma 1 successivo.

Diritto cmq esercitabile:

- inizialmente solo da chi ha già partecipato

almeno 10 volte al fcrc92 (sia da solo che in coppia);

- in futuro anche agli altri (sempre e solo tra gli attuali di cui sopra)

al raggiungimento della 10° partecipazione

(quindi dall'inizio del 10° campionato cui si parteciperà, sia solo che in coppia).

Si ribadisce che

il diritto di veto non verrà riconosciuto in futuro

a nessun altro ex o nuovo partecipante.

indice

 

 

comma 1 (art. 8)

(Unica applicazione del diritto di veto)

Il diritto di veto

e quindi l'opposizione ad una proposta

che ne rende inutile anche la votazione,

potrà essere esercitato solo

in un caso:

l'inserimento (dal 48° campionato in poi)

di un partecipante (sia ex che nuovo).

Questo diritto è riconosciuto

per tutelare in futuro ogni singolo partecipante

da situazioni simili

a quelle in cui si è venuto a trovare in passato

con un ex partecipante magari in futuro in odor di rientro,

situazioni cioè che gli hanno creato problemi

nell'ambito del fcrc92 (o altri fanta giocati insieme)

e che teme possano riverificarsi

es.

andrea, dopo essere rimasto per molto tempo

in "esilio forzato" dal fcrc92

per decisione di alcuni partecipanti

e dopo tanta attesa essere finalmente rientrato,

può esercitare il diritto di veto a sua tutela

nei confronti dei partecipanti di cui sopra (in odor di rientro),

se teme che si possano ripresentare situazioni simili

o cmq negative nei suoi confronti appunto al loro rientro

 

Postilla di chiarimento (del comma 1 art. 8)

Si precisa che il diritto di veto

non nasce per impedire a priori a qualche potenziale partecipante

(sia nuovo che ex) di partecipare al fcrc92,

semmai obbliga ad un chiarimento

coloro che in passato nell'ambito del fcrc92 (e non)

abbiano avuto dei problemi

in modo tale da garantire all'intero gruppo del fcrc92

e soprattutto ai partecipanti estranei alla questione

serenità e divertimento.

Se tale chiarimento (imposto dal nuovo regolamento del fcrc92)

non dovesse mai avvenire

sarà l'applicazione del diritto di veto secondo l'art. 8

a garantire al fcrc92 quanto sopra menzionato

indice

 

 

comma 2 (art. 8)

(Altre precisazioni sul diritto di veto)

1) il diritto di veto non comporta

anche l'imposizione di un nome candidato a partecipare al fcrc92.

Qualsiasi nome proposto infatti, dovrà essere vagliato

da tutti i partecipanti al fcrc92 (in quel momento)

ed eventualmente oggetto di veto

da chi ne ha diritto;

2) il diritto di veto decade nel momento in cui un partecipante

si ritira dal fcrc92

per riottenerlo automaticamente in caso di rientro

e solamente da quel momento.

3) in base a quanto stabilito da questo art. 8

gli attuali partecipanti che da subito (48° camp) hanno diritto di veto sono

in ordine di presenze:

mario, marcello, francesco, ed andrea

mentre coloro che lo saranno (e solo loro) alla decima partecipazione sono

in ordine di raggiungimento:

carmine, fred, mimmo e peppe m.

indice

 

 

comma 3 (art. 8)

(Divieto di raggiro del veto e della partecipazione "invisibile")

E' severamente vietato partecipare in coppia al fcrc92

senza averlo dichiarato

e fatto sapere con chi si condivide la partecipazione.

Ogni partecipante al fcrc92,

anche colui che gioca in coppia

senza partecipare direttamente a riunioni e comunicare formazioni

e quindi solo economicamente,

deve essere ben "visibile" nel fcrc92

e quindi dichiarato

all'inizio della partecipazione della coppia.

In modo tale che sia

(come tutti gli altri partecipanti individuali)

oggetto di votazione e approvazione

da parte del gruppo

nonchè oggetto di eventuale veto dagli aventi diritto

per motivi di cui all'art. 8 comma 1.

Al partecipante ufficiale sorpreso a partecipare

in coppia con una persona non dichiarata

(e quindi estranea al fcrc92)

gli verrà squalificata ogni partita del fc fin lì giocata

dandola vinta all'avversario di turno a tavolino

e non gli verranno considerati

i gol fatti nè i marcatori delle relative partite.

Mentre

per la regolarità del gioco, a tutti i suoi avversari

sia vincenti sul campo che a tavolino

si calcoleranno nella classifica gol e in quella dei marcatori

cmq i gol realmente fatti e i marcatori effettivi delle partite invalidate,

per cui le partite a tavolino influenzeranno solo la classifica punti.

A quel punto il partecipante ufficiale

dovrà scegliere tra queste possibilità:

1) ritirarsi dal fcrc92

(in questo caso ci si atterrà

a quanto disciplinato dall'art. 6 comma 1:

trovare un sostituto o giocare con la squadra "scossa")

oppure

2) se non vuole perdere il posto nel fcrc92,

sciogliere immediatamente la coppia

per continuare a partecipare da solo

partendo naturalmente da 0 punti e 0 gol.

Al limite potrà proporsi di giocare in coppia

solo per il campionato successivo

dopo che naturalmente la richiesta venga vagliata dal gruppo

e cmq dopo aver preso in seria considerazione

l'atteggiamento precedentemente assunto

ed espressamente vietato dal regolamento

sia dal partecipante ufficiale che dal "socio invisibile".

indice

 

Titolo III

Delle variazioni e delle votazioni

(ad esclusione degli artt. e commi dei titoli I e II)

 

Premessa

 

Visto che il regolamento del fcrc92 esiste già

 

e dopo la sua rivisitazione del 2008

 

si presenta ancor più completo e chiaro,

 

visto inoltre che già il suo legislatore dopo 16 anni di esperienza

 

sapeva bene dove apportare le dovute e necessarie modifiche,

 

si raccomanda a tutti i partecipanti (attuali e futuri)

 

di non passare il tempo (invece di giocare)

 

a cercare di modificare questo nuovo regolamento

 

nato da un'esperienza quasi ventennale

 

e quindi molto affidabile (almeno da ora).

 

Se c'è necessità

 

(es. regola mancante, aumentare il montepremi etc)

 

ben vengano integrazioni e modifiche (ma non in corso),

 

ma cambiare tanto per cambiare.... meglio giocare.

 

indice

 

 

art 9

(Variazione regolamentare)

Questo regolamento (tranne che per i titoli I e II)

può essere

oggetto di aggiunte, migliorie, variazioni etc

fino ad arrivare anche ad abrogazioni

ma

non è ammesso in nessun caso e per nessun motivo

apportare le variazioni di cui sopra

in un campionato di fc in corso.

E' possibile farlo

solo tra un campionato di fc e l'altro,

in alcuni casi addirittura solo tra una stagione e l'altra

indice

 

 

comma 1 (art. 9)

(Modalità di variazione del regolamento)

La modalità per proporre ufficialmente una regola

(che sia nuova, abrogativa, modificativa o disciplinare etc)

è quella di inviare un'e-mail a tutti i partecipanti

(o incaricare un partecipante di farlo)

con specificato:

- la regola che si vorrebbe inserire;

- il motivo;

- la richiesta della votazione;

- ed eventualmente la richiesta all'amministratore del sito fcrc92

di inserire il tutto anche nel sito/forum per una maggiore visibilità.

Durante una riunione, quanto sopra

può essere invece svolto di persona e quindi a voce.

In caso invece di "raccomandazione" di un nuovo partecipante

per un posto lasciato libero, specificare:

- il nome della persona

- se ha mai giocato a fc

- se giocherà contemporaneamente in altri fc

ed infine garantire riguardo l'aspetto comportamentale

inerente naturalmente solo il gioco fc

indice

 

 

art 10

(Votazione)

La proposta presentata secondo le modalità del comma precedente,

verrà votata sempre e solo tramite e-mail o forum (o a voce nelle riunioni)

e accettata

solo a maggioranza dei partecipanti (5 su 8)

ovviamente ha diritto di voto anche il proponente.

Si precisa che

1) In caso di una astensione la maggioranza sarà 4 su 7.

2) Se le astensioni saranno più di una,

e nella votazione non si ottengono n. 4 voti uguali

la proposta sarà bocciata (vedere comma 2 art. 10),

in quanto ovviamente non può essere raggiunta

una maggioranza con il voto a favore di 3 partecipanti

come per le cosiddette "maggioranze minoritarie",

tanto per intenderci quelle che

permettono a pochi di avere la meglio su tutti...

indice

 

comma 1 (art. 10)

(Votazione di più proposte)

Se ci sono più proposte inerenti lo stesso argomento

es. scelta tra 3 diversi nuovi giornali da utilizzare

altro es. scelta tra 3 nuovi partecipanti,

la votazione verrà svolta in un'unica seduta

e la scelta ricadrà sulla proposta che otterrà maggiori preferenze

sempre cmq almeno 4

(sempre che gli altri 4 non hanno espresso insieme un'altra preferenza).

Non dovesse in prima seduta essere raggiunto tale quorum

si provvederà ad eliminare dalla scelta

la proposta che ha preso meno preferenze 

ripetendo la votazione

e così via fino al raggiungimento del quorum necessario

per adottare una delle scelte proposte e cioè:

- 5 voti uguali se tutti votanti

- 4 voti uguali con uno o più astenuti

indice

 

 

comma 2 (art. 10)

(Proposta respinta)

La proposta (o più proposte sullo stesso argomento)

sarà respinta

e quindi la regola nuova (modificativa, integrativa, etc)

non verrà inserita nel regolamento fcrc92:

1) se i voti a favore non sono almeno 4

2) se i voti a favore sono 4 ma ci sono anche 4 opposti

3) infine se un partecipante esercita il diritto di veto

avendone diritto ma solo nel caso previsto dall'art. 8 comma 1

indice

 

 

comma 3 (art. 10)

(Obbligo di manifestare il proprio voto o l'astensione)

I partecipanti nel caso di votazione a distanza

(quindi non di persona come in una riunione)

che non avessero espresso

il proprio voto (o la propria astensione)

tramite e-mail o forum

su una proposta regolamentare,

verranno contattati telefonicamente

ed invitati a manifestare il proprio pensiero

ma sempre per e-mail o forum

infatti il voto per telefono dato solo ad un partecipante

e da questo poi riferito a tutti, non ha validità,

a differenza invece di quanto accade

nella scelta del giorno per le riunioni

materia questa

che non rientra nelle variazioni regolamentari,

in modo tale che la votazione sia chiara e solare a tutti

e soprattutto rimanga agli atti.

Fino al ricevimento delle e-mail di cui sopra

l'esito della votazione rimane sospesa.

Non sono ammesse quindi

le cosiddette "votazioni farsa"

come quelle appunto per telefono che

raggiungono (guarda caso) sempre la maggioranza

ma nessuno sa di chi...

indice

 

 

art 11

(Votazioni in corso ma non applicabilità immediata)

Anche se la votazione

per una qualsiasi variazione regolamentare

(anche una semplice e innocua aggiunta)

viene proposta e svolta

a campionato in corso (cosa ammessa),

cmq la nuova regola o la modifica di una esistente etc

troverà applicazione solo ed esclusivamente

nel campionato successivo a quello in corso

e quindi a quello in cui si è votato

per la cosiddetta "regola ovvia dell' art. 11"

in quanto come si inizia un campionato così va finito.

indice

 

 

 art 12

(Divieti di votazione)

 

Oltre a quanto disciplinato sopra

 

sempre in merito alle votazioni

 

sono previsti questi seguenti divieti:

 

comma 1 (art. 12)

(Divieto "relativo" di votazione sul giornale di riferimento)

Il giornale da utilizzare per i voti nel fcrc92

scelto ad inizio stagione

(nella prima riunione stagionale di mercato)

non potrà essere cambiato neanche

tra un campionato di fc e l'altro della stessa stagione

(come invece avviene per ogni regola)

ma solo nella stagione successiva.

Questo per far si che ogni partecipante

si possa costruire nell'arco dei tre campionati stagionali

una determinata esperienza riguardo il modo di attribuzione dei voti

del giornale scelto ad inizio stagione,

esperienza che gli può servire in sede di mercato

sapendo quali sono i suoi (e quelli degli altri) giocatori

con migliori e peggiori voti,

ed evitando quindi di far vagare nel buio i partecipanti

a causa di un cambiamento di giornale

per ogni campionato stagionale.

Per soddisfare cmq tutti

il legislatore lascia ai partecipanti attuali

la possibilità di decidere a priori

di utilizzare diversi giornali (ad es. corriere e gazzetta)

a stagioni alterne.

Naturalmente quanto stabilito da questo art. decade

se il giornale di riferimento all'improvviso

non dovesse essere più pubblicato

o dovesse decidere di non riportare più

i voti dei giocatori.

In questo remoto caso i partecipanti

in via straordinaria decideranno perentoriamente

l'utilizzo di un altro giornale.

Sia in caso ordinario che straordinario

il nuovo giornale

verrà scelto a maggioranza

secondo le modalità previste dall'art. 10 e relativi commi

indice

 

 

comma 2 (art. 12)

(Divieto "assoluto" di votazione su esclusione di un partecipante)

Oltre

- al divieto di votazione

per modifiche o abrogazioni dei titoli 1 e 2;

- alla non prevista votazione per il

rientro di un ex partecipante che ha lasciato il fcrc92 per motivi personali

senza aver ricevuto mai cartellini disciplinari per condotta scorretta

nè essere mai stato responsabile di condotta antisportiva;

mai

(quindi neanche a fine campionato di fc o a fine stagione)

e per nessun motivo

può essere ammessa una votazione

che riguarda l'esclusione di un partecipante (in gioco) dal fcrc92.

Nel "rinnovato" fcrc92

non ci saranno "esclusioni forzate"

indice

 

 

 art 13

(Votazione sui potenziali partecipanti)

Le votazioni riguardanti l'inserimento

di un nuovo partecipante sia assoluto che ex

segue una disciplina diversa in quanto

in caso di scelta tra più partecipanti (e non)

entrano nella votazione i seguenti fattori:

- sia per i nuovi che per gli ex partecipanti

1) il diritto di veto (art. 8)

- solo per gli ex (oltre il punto 1)

2) come e per quali motivi si sono ritirati

3) l'eventuale condotta scorretta (cartellini gialli e/o rossi)

4) l'eventuale condotta antisportiva o collaborativa

e quindi

tutto quanto stabilito nel titolo I e II

determinante

per la scelta tra più (e non) aspiranti partecipanti al fcrc92

indice

 

 

 

Titolo IV

Dei campionati e delle coppe

 

art 14

(Nr. e tipi di campionati)

I partecipanti al fcrc92 (se 8) svolgeranno

in ogni stagione calcistica di serie A n. 3 campionati di fc:

2 all’italiana di 14 giornate (7 di andata e 7 di ritorno)

 ed 1 (il 1° o il 3° della stagione)

di 10 giornate (con serie A a 20 squadre)

o di 6 giornate (con serie A a 18 squadre)

con la modalità "champions" secondo quanto previsto

dal comma successivo.

n.b.

se in futuro i partecipanti saranno di numero diverso (es. 6)

gli stessi decideranno il tipo

ed il nr. dei campionati stagionali da disputare da lì in futuro

ad integrazione e/o modifica di questo titolo.

indice

 

 

   comma 1 (art. 14)

(Schema campionato a gironi)

Attualmente il campionato a gironi è il terzo stagionale

ed è di 10 giornate

essendo il campionato di "serie A" composto da 20 squadre.

Per cui il ritorno alla serie A 18 squadre,

influirà esclusivamente sul numero di giornate

del campionato a gironi passando da 10 a 6 giornate

(gli altri 2 saranno sempre campionati di 14 giornate e all'italiana).

Attualmente

i partecipanti vengono divisi in 2 gironi:

il girone A sarà composto

dai partecipanti con numero pari ottenuto nel mercato iniziale,

il girone B sarà composto

dai partecipanti con numero dispari.

I quattro partecipanti dei due gironi si scontreranno tra loro con

incontri di andata e ritorno per un totale complessivo di 6 giornate

così da stabilire le posizioni finali della classifica nei gironi stessi.

In caso di pari punti nelle relative classifiche dei gironi

valgono i parametri previsti dall’art. 15 titolo IV.

Nelle restanti quattro giornate si svolgeranno le semifinali e le finali

con andata e ritorno e precisamente:

Nella settima e ottava giornata

le seguenti semifanali

- per il 1° posto (e quindi per i premi)

le prime due squadre di ogni girone

 1° girone A - 2° girone B

 2° girone A - 1° girone B

- per il 5° posto (e quindi per non pagare le penalità)

le ultime due squadre di ogni girone

 3° girone A - 4° girone B

 4° girone A - 3° girone B

a parità di risultati tra andata e ritorno vincerà la semifinale relativa

chi è arrivato prima nei gironi di qualificazione.

Nella nona e decima giornata si svolgeranno le finali

per stabilire le posizioni finali dal primo all’ottavo posto,

a parità di risultati tra andata e ritorno vincerà la rispettiva finale il

migliore in base ai parametri dell’art. 15 titolo IV.

Si precisa che

1) l'ulteriore spareggio previsto dal precedente regolamento

in caso di parità nella finale per il primo posto.

è stato tolto in quanto la finale è già uno spareggio...

2) nello schema a 6 giornate (attualmente non in vigore)

nelle prime 3 giornate si svolgeranno i gironi eliminatori

mentre nelle restanti 3 giornate:

- semifinali (unica giornata)

- e finali (andata e ritorno)

indice

 

 

art 15

(Parità di posizione)

In caso di parità tra due o più partecipanti

1) di punti:

- nelle classifiche dei gironi del campionato a 10 giornate

- nelle classifiche generali degli altri 2 campionati

2) o di risultati:

- nelle finali del campionato a 10 giornate

- nelle nuovissime finali di supercoppa fcrc92

valgono

in ordine i seguenti parametri:

1) gol fatti;

2) numero più alto di partite con gol;

3) numero più alto di partite con più di 1 gol;

4) numero più alto di partite con più di 2 gol;

5) così via con più di 3, di 4, di 5 gol ecc…

Si precisa

a) che nel fcrc92

non vengono tenuti in considerazione

i seguenti parametri:

classifica avulsa e differenza reti;

mentre i parametri nel seguente ordine:

totale punteggi, scontri diretti ed infine coefficienti stagionali (tot gol e tot punteggi)

varranno solo nel caso in cui i parametri dell'art 15

non basteranno a stabilire quale partecipante abbia il vantaggio

b) che lo spareggio previsto dal precedente regolamento

 

è stato abolito in quanto

 

- nel campionato a 10 giornate già sussiste una finale

 

- nel terzo campionato (se a 14 giornate) si è impossibilitati

 

a fare una finale/spareggio per mancanza

 

di una ulteriore giornata a disposizione di serie A

 

indice

 

 

art 16

(Supercoppa fcrc92)

 

A partire dal 48° campionato

nell'ultima giornata di ogni campionato di fcrc92 ed in modo automatico,

senza quindi comportare niente di più ai partecipanti

nè dal punto di formazione nè relativa comunicazione,

con le stesse formazioni date ai propri avversari dell'ultima giornata

si svolgerà la finale di supercoppa fc

tra il vincitore del campionato in questione

e quello della classifica gol.

In caso di più partecipanti con pari gol fatti

(escludendo tra di essi l'eventuale vincitore del campionato)

avrà diritto a sfidare il vincitore del campionato

nella supercoppa

colui che risulterà primo in base ai parametri successivi ai gol fatti

elencati nell'art. 15

indice

 

 

 comma 1 (art. 16)

(Svolgimento della supercoppa fc)

La finale in realtà si svolgerà il giorno dopo

lo svolgimento delle partite di serie A

e precisamente durante i calcoli finali del campionato fc,

prendendo le 2 formazioni

dei partecipanti che risulteranno primi

nei punti (vincitore del campionato)

e nei gol (avente diritto di prima scelta nel mercato successivo),

e mettendone a confronto i punteggi fatti.

Nel conteggio relativo in caso di parità di risultato

la supercoppa si assegnerà

in base ai parametri di cui all'art. 15.

Quindi il vincitore della supercoppa fc in caso di parità

sarà sempre il primo della classifica gol fatti.

Se in questa si era a pari merito con lo stesso sfidante

varranno i parametri successivi ai gol fatti di cui all'art. 15

Si precisa che in ogni caso

(anche di sfidanti della supercoppa

già definiti matematicamente prima dell'ultima giornata)

la formazione per la finale sarà sempre e solo una (l'ultima)

e l'avversario di riferimento per comunicarla

è sempre quello di turno nell'ultima giornata

e non (chi si pensa sia)

lo sfidante della supercoppa

che (si ribadisce) si svolgerà

solo automaticamente il giorno dei conteggi.

indice

 

 

 comma 2 (art. 16)

(Il motivo della nascita della supercoppa fc)

Questa idea nasce per 2 motivi sostanziali:

1) far partire in qualche modo il nuovo gruppo di gioco

a parità di condizione visto

che fin'ora la supercoppa fc non l'ha ha mai vinta nessuno

... non essendo mai stata pensata da nessuno;

2) rimarcare un concetto

nel quale questo fc è in prima linea

e cioè dare il più possibile

dei diritti e dei riconoscimenti a chi vince la classifica gol fatti

ancor più meritoria di quella a punti

condizionata quest'ultima

(in alcuni casi anche totalmente determinata) dai gol subiti

che niente hanno a che vedere con i propri meriti.

Per cui al vincitore della classifica gol,

magari superato in classifica punti

da chi ha segnato diversi gol in meno

(come spesso successo),

oltre alla prima scelta della posizione di mercato

(cmq modesto riconoscimento rispetto ai suoi meriti)

gli verrà data anche la possibilità di sfidare

il vincitore del campionato e quindi vincere un premio economico,

in una originale (come del resto tutto il fcrc92)

supercoppa fc.

indice

 

 

 comma 3 (art. 16)

(Il premio della supercoppa fc)

 

Il premio economico per le supercoppe fc

 

disciplinato anche dal titolo X (Dei soldi)

 

sarà ricavato

 

facendo versare ai partecipanti

 

a partire da questa stagione 2008/09

 

60 euro anche nel campionato di 10 giornate

 

(50 come solita quota e 10 per l'iscrizione stagionale)

 

ma mantenendo intatti

 

nello stesso campionato i relativi premi.

 

Si ricaveranno così 80 euro

 

che verranno divise in 3 parti uguali per le 3 finali

 

di supercoppa stagionali: 27,50 euro

 

ai quali si aggiungeranno

 

- le eventuali sanzioni (art. 31)

 

- gli eventuali interessi quota (art. 45 comma 1)

 

- le eventuali iscrizioni stagionali in corso (art. 46)

 

dovute nel campionato di riferimento.

 

 

Postilla di chiarimento (del comma 3 dell'art. 16)

 

In senso assoluto un premio intorno ai 30/40 euro non è molto

 

ma si tratta cmq di un premo per una sola partita

 

e poi... neanche effettivamente giocata

 

e ripaga per metà la successiva quota di partecipazione

o interamente eventuali penalità dovute

 

visto che è anche capitato

 

arrivare tra gli ultimi

 

nonostante aver segnato più di tutti.

 

indice

 

 

 comma 4 (art. 16)

(Assenza di uno sfidante per la supercoppa fc)

 

La finale di supercoppa si svolge anche in caso di presenza

 

di una squadra "scossa" come previsto dall'art. 6 comma 1.

 

L'unico caso in cui non si svolge è

 

quando nei calcoli finali di un campionato di fc

 

risulterà che il vincitore del campionato

 

ed il primo della classifica gol coincidono.

 

In questo caso

 

la supercoppa fc ed il relativo premio economico

 

andranno di diritto all'unica persona avente diritto.

 

Non si applica infatti il meccanismo attuato

 

nella supercoppa italiana di calcio

 

e cioè trovare cmq una squadra

 

sfidante anche se non avente diritto

 

(se ad es. scudetto e coppa sono andate ad un'unica squadra

 

facendo partecipare l'altra finalista della coppa italia).

 

Per cui in questo caso nel fcrc92

 

il riconoscimento della supercoppa

 

si aggiungerà (di diritto) a quello del primo posto

 

e i relativi 2 premi economici si sommeranno

 

indice

 

 

 

Titolo V

Delle riunioni mercato

 

 art 17

(Rose)

Ogni partecipante può avere una rosa di non oltre 25 giocatori

e precisamente (se completa)

3 portieri / 8 difensori / 8 centrocampisti / 6 attaccanti,

che verrà costituita durante il mercato iniziale (art. 18)

e modificata (eventualmente) durante

quello di riparazione (art. 22)

tra la fine del girone di andata e l'inizio del girone di ritorno.

Con tale rosa si

parteciperà ad un solo campionato stagionale di fc.

indice

 

 

 art 18

(Periodi dei mercati iniziali)

La riunione del mercato iniziale 

per la costituzione delle rose

si svolgerà

all'inizio di ogni stagione calcistica

e alla fine di ogni campionato di fc stagionale

(salvo quanto previsto dal comma 2 di questo stesso art.: mercato anticipato)

e cmq sempre prima della giornata di serie A utile

per iniziare il nuovo campionato di fc.

Sia nel caso di mercato regolare che anticipato

il giorno e l’ora saranno decisi

- una volta sentiti tutti i partecipanti

che dovranno comunicare oltre il giorno e ora di preferenza,

i giorni in cui sono impossibilitati a prendervi parte

- e andando per esclusione dei giorni di cui sopra

e che sono stati perentoriamente comunicati quando richiesto.

 

indice

 

 

comma 1 (art. 18)

(Scelta del giorno o orario già ufficializzato)

Una volta deciso il giorno della riunione

e comunicato ufficialmente a tutti

telefonicamente o per e-mail o di persona etc,

questo non potrà essere variato

per impegni personali successivi sopraggiunti.

A meno che lo spostamento richiesto

non venga accettato da tutti gli altri 7 partecipanti

e non si trovi una soluzione alternativa

(altro giorno e orario che stia bene a tutti quelli

che avevano contribuito alla prima decisione).

Questo a tutela

di quei partecipanti che

si troverebbero danneggiati dallo spostamento.

In questo caso infatti

il giorno prestabilito sarà riconfermato

ed il partecipante che non vi potrà prendervi parte

per impegni sopraggiunti

preferendoli alla riunione (o essendo costretto a farlo)

vi parteciperà secondo le modalità previste per l'assenza nelle riunioni.

Questo comma risulta meno gravoso

dal momento che è stata tolta (giustamente)

la regola che prevedeva

la sostituzione definitiva di un partecipante

che non poteva essere presente alla riunione di persona,

prevedendo invece varie possibilità per prendervi parte.

indice

 

 

comma 2 (art. 18)

(Mercato anticipato)

Per oggettivi problemi

di uno o più partecipanti di poter svolgere

una riunione del mercato nella settimana prevista dal regolamento

(o solo in quei pochi giorni se c'è di mezzo un turno infrasettimanale)

e nel voler a tutti i costi esservi presente di persona

è possibile anticipare la riunione iniziale

prima (e non oltre) l'ultima giornata del campionato di  fc precedente

per cui 1 settimana prima circa o

tra il lunedì e mercoledì in caso di turno infrasettimanale.

La richiesta di anticipo però

dovrà pervenire in tempo utile

per permette l'organizzazione del mercato anticipato

e cmq

dovrà essere oggetto di votazione

a maggioranza degli altri 7 partecipanti (4 su 7)

in quanto il mercato si svolge secondo

il meccanismo meritocratico (art. 19)

e qualcuno potrebbe essere svantaggiato

da una riunione anticipata.

n.b.

cmq è sempre preferibile

cercare di far partecipare ad una riunione tutti

anche anticipandola

piuttosto che mantenere le giuste posizioni nel mercato,

nello stesso tempo però

è auspicabile che ogni partecipante al fcrc92

trovi 2 orette libere 3 volte l'anno...

indice

 

 

  art 19

(Formula del mercato iniziale)

La formula adottata per stabilire le posizioni di scelta

nel mercato iniziale e’ quella in base ai

maggiori gol fatti nel campionato di fc precedente

(cosiddetto "mercato meritocratico").

A parità di gol fatti le posizioni si stabiliranno in base al

- maggior n. di partite con gol nel campionato precedente

ed in caso di ulteriore parità secondo questo ordine:

- maggior n. di partite con + di 1 gol;

- maggior n. di partite con + di 2 gol;

- così via con + di 3 gol, + di 4 gol, etc...

Si precisa che

1) in caso di mercato anticipato (comma 2 art. 18)

quanto sopra è riferito alla penultima giornata

2) in caso di un nuovo partecipante

(intendendo per nuovo colui che non ha partecipato

nel campionato precedente la riunione),

questo

sceglierà la posizione per ultimo

in quanto non acquisisce i meriti (gol fatti)

del partecipante sostituito

ed in caso di più partecipanti nuovi

tra loro si procederà ad un sorteggio.

indice

 

 

comma 1 (art. 19)

(Scelta delle posizioni del mercato e giri di svolgimento)

Una volta stabilita la lista meritocratica in base ai gol fatti

il primo sceglierà la posizione che più lo aggrada (es. la seconda)

il secondo la sceglierà tra quelle rimanenti (es. tutte tranne la seconda) etc

fino a riempire le otto (se in 8) posizione di scelta del mercato.

A questo punto iniziano le scelte mercato (25) con il meccanismo

dell'andata e ritorno di 12 giri e mezzo

ed inizio giro "a scorrere" e cioè:

nell'andata del primo giro inizierà a scegliere colui che occupa la posizione n. 1

nel ritorno (sempre del primo giro)

inizierà naturalmente il n. 8

che quindi avrà a disposizione la cosiddetta "doppietta"

(2 scelte consecutive) e cioè l'ultima dell'andata e la prima del ritorno,

ritorno che finirà quindi al n. 1.

Il secondo giro (andata) lo inizierà il n. 2 (per il meccanismo a scorrere)

e lo concluderà il n. 1

che con il ritorno avrà a sua volta la doppia scelta.

Poi ad iniziare il terzo giro sarà la volta del n. 3 etc

fino al completamento dei 12 giri e mezzo

e quindi delle rose di 25 giocatori a testa.

indice

 

 

 art 20

(I divieti nel mercato)

Una volta effettuata la scelta

(cioè dichiarato il nome del giocatore)

questa non può essere più variata

ad es. una volta saputo che il giocatore preso è infortunato.

Per cui è ammesso (e consigliabile) prima di effettuare una scelta

in cui non si è certi della bontà per vari motivi,

chiedere varie informazioni (infortunio e recupero, cessione etc)

preferibilmente a tutti i partecipanti insieme.

indice

 

 

  art 21

(Ruoli "ambigui" dei giocatori)

Per giocatori dal ruolo "ambiguo" non s'intendono i... fricchettoni

ma quei giocatori che hanno una difficile collocazione tattica

in riferimento ai nostri moduli previsti dall'art 36

e devono quindi essere oggetto di attribuzione da parte dei partecipanti

di un ruolo ben preciso (ai fini del fcrc92) anche diverso dal giornale di riferimento

(salvo quanto disposto dal comma 3).

Giornale che (è bene ricordarlo) viene utilizzato esclusivamente

per i voti, i marcatori e cose che riguardano il conteggio di una partita

ma non dal punto di vista regolamentare

in quanto il fcrc92 ha un regolamento proprio.

indice

 

 

comma 1 (art. 21)

(Indirizzo guida del fcrc92)

L'indirizzo adottato dal fcrc92

ad es. per il trequartista (il ruolo più ambiguo) è questo:

1) sarà considerato centrocampista

- se gioca dietro le due punte sia al centro che sulla fascia (es. a sx)

- se gioca dietro una punta ma la squadra in A

gioca spesso ad una punta

2) sarà considerato attaccante

- se gioca dietro una punta ma insieme ad un altro trequartista

invece messo a centrocampo

- se fa parte sempre di una delle 2 punte

escludendo qualche esperimento sporadico dietro le 2 punte

- e se naturalmente viene spesso utilizzato come giocatore

più avanzato in un modulo senza punte

indice

 

 

 comma 2 (art. 21)

(Modalità di attribuzione ruoli)

 

Solo durante la riunione del mercato

e prima dell’inizio dello svolgimento delle scelte

di ogni singolo campionato di fc, se necessario

verranno discussi e decisi i ruoli ambigui dei giocatori

(sia nuovi che presi nel mercato precedente)

a maggioranza dei presenti,

i ritardatari (coloro che arriveranno oltre l'orario stabilito)

infatti si atterranno a quanto stabilito dai puntuali

che dovranno cmq comunicare le decisioni prese ai ritardatari

prima dell'inizio delle scelte.

Fermo restando anche per i ruoli dei giocatori

la regola della maggioranza:

- 5 su 8 se tutti presenti

- 4 su 7 con un ritardatario

- almeno 4 voti uguali con più ritardatari.

n.b.

Si dovranno attenere a quanto deciso dai presenti

anche gli assenti

che svolgeranno il loro mercato

secondo quanto stabilito dall'art. 23 e commi successivi

e cioè tramite lista o terzo estraneo incaricato

che è bene ricordarlo non ha alcun potere decisionale nel nostro fc.

Un assente che invece partecipa tramite skype o cellulare

ha diritto di voto in quanto presente a distanza.

Infine si precisa che

1) i giocatori cambiati di ruolo

e presenti nella lista dell'assente con un ruolo diverso

verranno presi col ruolo nuovo

ma rimarranno cmq ordinati nello stesso modo originario

infatti a nessuno è permesso di modificare la lista di un assente.

2) decisi i ruoli dei giocatori

non potranno essere variati (come del resto ogni regola)

in campionato in corso

neanche durante il mercato di riparazione.

indice

 

 

 comma 3 (art. 21)

(Mancanza di attribuzione ruolo)

Quei giocatori non oggetto di discussione e votazione

(ad es. per dimenticanza)

prima dell'inizio delle scelte della riunione

manterranno il ruolo dell’ultimo campionato con cui sono stati utilizzati.

Per cui non è ammessa una votazione sul ruolo di un giocatore

durante i giri di mercato per lo stesso principio

dell'art. 11 che vieta votazioni in corso.

Solo se trattasi di un giocatore nuovo o mai utilizzato in precedenza

senza quindi avere un riferimento nei campionati stagionali già giocati,

varrà il ruolo indicato (nella lista giocatori)

dal giornale di riferimento del fcrc92

indice

 

 

  art 22

(Mercato di riparazione)

Il mercato di riparazione

si tiene alla fine dei gironi di andata

di tutti e 3 i campionati stagionali

(tranne nel caso di campionato a 6 giornate)

ed il cui giorno ed ora vengono

individuati con la stessa metodologia

del mercato iniziale di cui all’art. 18.

Si differenzia però dal fatto

che in quello di riparazione non è ammesso

nè anticipare nè posticiparlo

essendo facoltativo parteciparvi e facoltativo poi effettuare i cambi di riparazione,

a differenza quindi del mercato iniziale dove

di persona,

con skype (se il luogo di svolgimento ne è dotato),

tramite una lista,

o un esterno estraneo incaricato

(secondo l'art. 23 e commi successivi)

si è cmq obbligati ad effettuare le proprie scelte dei giocatori

per la costituzione della rosa (completa e non)

indice

 

 

comma 1 (art. 22)

(Modalità di scelta nel mercato di riparazione)

L’ordine di scelta dei giocatori nel mercato di riparazione

è proporzionalmente inverso a

quello del mercato iniziale.

Per cui sceglierà per primo il partecipante che nel

mercato iniziale ha scelto per ultimo e così via

fino all'ottava (se tutti presenti) e cioè

colui che in quello iniziale ha scelto per primo.

Quindi a differenza del mercato iniziale

le posizioni non vengono scelte dai partecipanti.

Si possono fare 5 operazioni di mercato

nei soli 2 giri e mezzo previsti

togliendo anche giocatori presi precedentemente

e sceglierne tra quelli disponibili

compresi quelli tolti nella stessa riunione

dagli altri partecipanti

e quelli scambiati

in base a quanto previsto dal comma successivo

indice

 

 

comma 2 (art. 22)

(Scambi nel mercato di riparazione)

E' possibile (e solo durante il mercato di riparazione)

fare anche scambi tra gli stessi partecipanti

di giocatori anche diversi di ruolo,

deciso lo scambio in qualsiasi momento della riunione

appena lo riterranno opportuno

e quando tocca ad uno di loro 2 effettuare la scelta

dichiareranno lo scambio

in questo caso colui che ha effettuato lo scambio

con chi era di turno prende anche lui il nuovo giocatore

ma naturalmente salta

il suo turno successivo.

Per cui non è possibile e ammesso uno scambio di giocatori

con un partecipante che ha concluso i suoi giri di mercato

indice

 

 

comma 3 (art. 22)

(Completamento della rosa nel mercato di riparazione)

Chi nel mercato iniziale

per i motivi previsti dall'art. 24 dovesse

avere una rosa inferiore a 25 giocatori,

ha la possibilità di integrare la rosa incompleta

fino ad un massimo di 5 giocatori nel mercato di riparazione

e cioè nei 2 giri e mezzo previsti.

Per cui può scegliere senza togliere giocatori.

Può fare anche un mercato "misto" e cioè:

in alcuni giri integrare la rosa senza togliere nessuno

in altri fare cambi e/o scambi dei propri giocatori

sia precedenti che nuovi e cioè presi nello stesso mercato di riparazione.

indice

 

 

comma 4 (art. 22)

(Nr. minimo di presenze nel mercato di riparazione)

Il mercato di riparazione la cui partecipazione quindi è facoltativa

può essere svolto con un numero inferiore agli 8 partecipanti del fc

ma non meno di 4 partecipanti tra presenti e assenti

e cioè

almeno 3 presenti di persona + 1 che può scegliere anche da assente,

i quali cmq per rendere valida la riunione

dovranno scegliere:

- l'ora ed il giorno della riunione (se non ancora deciso),

- comunicarlo a tutti per eventuali ripensamenti

per parteciparvi

- incontrarsi di persona (almeno in 3 ma con almeno 1 che può sceglie da assente)

- svolgere regolare mercato di riparazione secondo quanto stabilito

dall'art. 22 e commi successivi

- e poi comunicare a tutti gli altri

(sempre prima della giornata successiva di fc: prima di ritorno)

i loro cambi effettuati con una e-mail

se non ancora visibili sul sito

prima della ripresa del campionato

 

postilla di chiarimento (comma 4 art. 22)

Si precisa, in riferimento al nr minimo di partecipanti

alla riunione di riparazione per la validità della stessa,

che per "partecipante" s'intende anche colui che è presente

ma che poi decide di non effettuare i propri cambi o scambi

(in quanto un partecipante può in base allo svolgimento della riunione

decidere poi di non effettuare alcun cambio

ad es. se non trova nessuno che vuole effettuare uno scambio con lui).

Per cui per la validità della riunione è necessaria la presenza

e non l'effettiva partecipazione dei presenti

che si ribadisce devono essere

almeno 3 presenti di persona ed 1 indirettamente

(cioè che partecipa delegando o con lista o con messenger etc).

 

altra postilla di chiarimento (comma 4 art. 22)

viste le difficoltà ad organizzare le riunioni

soprattutto quella del mercato di riparazione

è possibile effettuare la stessa (e solo quella)

solo con l'invio all'amministratore del sito

(o altro partecipante incaricato)

delle "liste per assenti"

da parte di coloro che hanno intenzione di effettuare cambi.

L'amministratore del sito o altro partecipante incaricato

una volta in possesso di tutte le liste

effettuerà in modo automatico i cambi riportati nelle varie liste

e nell'ordine previsto (opposto a quello iniziale).

Il partecipante incaricato poi provvederà

(tramite sito/forum) a comunicare i cambi

e (tramite e-mail) a inviare a tutti le liste ricevute

per poter verificare da parte di chiunque

la correttezza dei cambi effettuati.

E' bene precisare che in questo tipo di mercato:

1) bisogna far pervenire le liste entro l'orario prestabilito

2) non è possibile da parte di alcuno

e soprattutto da parte di colui che svolge i cambi

prendere i giocatori scartati

3) non è possibile effettuare scambi

indice

 

 

  art 23

(Assenze nelle riunioni mercato)

 

comma 1 (art. 23)

(Assenze nel mercato iniziale)

Il giocatore che non può essere presente

nel luogo e ora prestabiliti (secondo le modalità di cui all’art. 18)

potrà

1) farsi rappresentare da un esterno,

cioè una persona diversa dagli altri 7 partecipanti

(opportunamente istruito a voce o con una lista

in riferimento alle scelte da effettuare

sia di posizione che di giocatori)

e con il quale potrà anche tenersi in contatto ad es. telefonico

2) partecipare direttamente tramite skype (o simili)

se sia lui che il luogo dove si svolgerà la riunione ne sono dotati

anche senza webcam e microfono

ma con la semplice scrittura

3) provvedere a stilare una lista di preferenze

(la cosiddetta "lista salvandrea")

 

indice

 

 

comma 2 (art. 23)

(Lista salvandrea)

E' consigliabile che sia formata da 200 giocatori

e cioè 24 portieri, 64 difensori, 64 centrocampisti e 48 attaccanti

tanti quanti ne vengono presi in tutto il mercato

in modo tale da essere sicuri che

usciranno i 25 di propria appartenenza,

e naturalmente sistemati in ordine di preferenze

Nella lista si dovrà indicare anche

1) l'ordine delle posizioni che preferisce avere

es. 3°,2°, 1°, 4°, 5°,6°,8° e 7°

2) quando prendere il suo primo portiere

es. "al terzo giro"

altro es. "appena qualche partecipante ne prende uno"

La lista così completata

dovrà essere inviata con una e-mail ad uno dei partecipanti

entro l'inizio della riunione,

il quale provvederà a portarla alla riunione stessa,

e i cui nomi dei giocatori verranno man mano letti

(in rigoroso ordine scritto)

da un qualsiasi partecipante nei vari turni

al posto e per conto del partecipante assente.

Il giocatore della lista nominato, se già stato preso,

verrà sostituito da quello successivo della stessa lista e così via

fino ad attribuire al partecipante assente

dei giocatori liberi.

Se la lista fosse inferiore al n. di cui sopra (200)

il partecipante assente correrà il rischio di

vedere la sua rosa incompleta

e quindi

giocare con la rosa ridotta

almeno per tutto l'arco del girone di andata

fino a quando cioè avrà la possibilità di integrare la rosa

secondo le modalità previste dall'art. 22 comma 3

nel mercato di riparazione

 

indice

 

 

comma 3 (art. 23)

(Assenze nel mercato di riparazione)

Il mercato di riparazione,

la cui partecipazione comunque resta sempre facoltativa,

segue le stesse regole di quello iniziale.

Il partecipante che non potrà prendervi parte

ma vorrebbe fare i suoi cambi

potrà effettuarli

con i metodi previsti dal comma 1 di questo stesso articolo.

Si avvisa cmq che la lista in questo caso (mercato di riparazione)

potrebbe dare informazioni preziose agli altri partecipanti

(ad es. un giocatore forte ancora libero)

a differenza della lista del mercato iniziale

in cui tutti i giocatori sono liberi.

 

indice

 

 

  art 24

(Abbandoni nelle riunioni mercato)

In caso di abbandono prima della fine della riunione del mercato

(sia iniziale che di riparazione)

il partecipante può lasciare ad un esterno se presente

o ad un altro partecipante,

la possibilità di continuare il mercato per lui

preparando sul momento una "minilista" con i giocatori

che vorrebbe ancora prendere,

caso contrario

o in caso di lista non idonea a completare la rosa,

parteciperà al relativo campionato di fc

(o fino alla fine del girone di andata, se trattasi di mercato iniziale)

solo con le scelte effettuate fino al suo abbandono del mercato

o fino all'esaurimento dei giocatori presenti nella sua minilista.

La modalità di lettura di questa è la stessa

della lista "salvandrea"

ed i giocatori che gli verranno presi saranno

esclusivamente quelli scritti.

E' possibile anche

integrare la rosa per telefono nei minuti successivi all'abbandono

comunicando ad un partecipante

i giocatori che si vorrebbero ancora prendere in luogo della minilista.

Una volta concluso il mercato

e precisamente superata la posizione "abbandonata" (nell'ultimo giro)

il partecipante che ha abbandonato

non può più integrare la rosa neanche telefonicamente.

 

indice


intervallo

per uno spuntino

e altro...


 

 

Titolo VI

Delle Comunicazioni

 

Premessa

 

Sebbene siano previsti vari mezzi di comunicazione

 

(di persona, per telef., segnali di fumo etc)

 

è preferibile

 

sia per le comunicazioni delle formazioni e correzioni

 

disciplinate da questo titolo,

 

sia per le comunicazioni riguardanti le riunioni

 

(per la scelta del giorno e ora) disciplinate dal titolo V,

 

ma in generale per tutte le comunicazioni riguardanti

 

il gioco o la disciplina e quant'altro,

 

effettuarle tramite il forum del fcrc92

 

e/o attraverso le e-mail dei partecipanti

 

ed eventualmente richiedere all'amministratore del sito

 

di inserire le varie comunicazioni nel sito.

 

Soprattutto nel caso di chiarimenti regolamentari o di conteggi

 

d'interesse di tutto il gruppo.

 

Per cui il fcrc92 ha 2 importanti mezzi

 

per far comunicare tutto e a tutti insieme

 

(preferibili al telefono e agli sms tra 2 partecipanti)

 

e sono: il sito ed il forum.

 

Questi verranno utilizzati anche per far sapere a tutti e in anticipo

 

l'ordine del giorno di una riunione

 

es.

 

- decisione su una regola da cambiare e relativa votazione

 

- chiarimento su un conteggio fatto in una precisa giornata

 

- scelta delle posizioni mercato

 

- svolgimento del mercato

 

- saldo pagamenti campionato precedente

 

- quote del campionato prossimo

 

Fermo restando che ci potranno essere anche ordini del giorno

 

da esaminare solo per e-mail

 

senza quindi la necessità di vedersi di persona

 

indice

 

 

 art 25

(Comunicazione formazione e sua correzione)

Riassumendo quanto troverete in questo titolo,

la formazione

1) va comunicata in modo chiaro

(soprattutto le eventuali correzioni)

attraverso qualsiasi mezzo di comunicazione;

2) al proprio avversario entro 15 minuti l'inizio

del primo anticipo di seria A

o ad un terzo partecipante

il quale la deve far pervenire all'avversario entro

l'orario di cui sopra

altrimenti scatta la sanzione dell'art. 31 (2 euro)

mentre la formazione cmq rimane valida;

3) a tutti gli altri partecipanti entro le 24,00 della giornata

in cui si concludono le partite

altrimenti scatta la sanzione dell'art. 31 (2 euro)

mentre la formazione cmq rimane valida.

Per cui in base ai punti di cui sopra

è preferibile (non obbligatorio)

utilizzare il forum del fcrc92 o

la posta elettronica

 e con una sola e-mail

inviare la formazione a tutti entro l'orario di cui sopra

per evitare così confusioni di vario genere,

anche se per andare incontro a tutti

e avendo preventivato problemi di vario genere che possono sorgere

il legislatore ha dovuto disciplinare

quanto riportato negli art. e commi successivi.

 

indice

 

 

comma 1 (art. 25)

(Comunicazione o correzione al proprio avversario)

La formazione (titolare + panchina)

dovrà essere comunicata al proprio avversario

(di persona, telefonicamente, con sms, via e-mail, etc),

entro 15 minuti prima del primo anticipo di serie A

o di tutte le partite se turno senza anticipi

(es. primo anticipo ore 18,00 /comunicazione formazione entro le 17,45).

Con possibilità di darla (e obbligo di essere accettata)

oltre l'orario di cui sopra ma entro (e mai oltre)

l'inizio del primo anticipo (es. ore 18,00)

incorrendo però nella sanzione dell'art. 31 (per comunicazione tardiva).

Una formazione può essere corretta (anche più volte) ma

con le stesse modalità per la formazione iniziale

ed entro e non oltre lo stesso limite temporale:

entro 15 minuti o entro l'anticipo pagando la sanzione.

Per cui potrebbe succedere che una formazione

non sia soggetta a sanzione (comunicata alle ore 17,30)

ma la sua correzione si (es. comunicata alle ore 17,55).

n.b.

la sanzione si applica solo all'ultima comunicazione

per cui non sono cumulabili sanzioni

ad es. per 2 variazioni fatte in ritardo (es. ore 17,50 e 17,55).

Quanto stabilito da questo articolo ha lo scopo

di limitare la cosiddetta "correzione delle 17 e 59"

(o per lo meno farla fare a pagamento)

dopo aver saputo le formazioni ufficiali,

in quanto il fc non è solo furbizia

ma anche è soprattutto intuito!

Invece

non è ammessa alcuna comunicazione o correzione di formazione

una volta superato l'orario di inizio del primo anticipo

o delle partite in caso di turno di serie A svolto senza anticipo

 

indice

 

 

comma 2 (art. 25)

(Comunicazione o correzione ad un terzo partecipante)

In caso di difficoltà a comunicarla al proprio avversario

es.

non si è davanti al pc e non si ha il proprio cellulare

con memorizzato il n. di telefono del proprio avversario o quant'altro,

la formazione e/o la sua  correzione la si potrà

comunicare 

(con le stesse modalità e entro lo stesso orario previsto)

ad un altro partecipante del fcrc92,

raccomandandogli però che il suo diretto avversario

la riceva entro 15 minuti prima l'inizio del primo anticipo

o delle partite se turno senza anticipi.

Caso contrario,

la formazione data ad un terzo (in tempo)

ma pervenuta in ritardo al proprio avversario

(anche oltre l'inizio della partita)

cmq rimane valida

(la cosiddetta "precisazione salvacarmine")

ma si incorre nella sanzione prevista dall'art. 31.

Rimane invece,

sempre esclusa la possibilità di lasciarla ad una persona

estranea al fcrc92

 

indice

 

 

comma 3 (art. 25)

(Formazione e correzioni cmq da comunicare a tutti)

Si precisa che la formazione (almeno quella con l'ultima correzione)

la devono ricevere

anche tutti gli altri partecipanti almeno

entro le 24,00 dello stesso giorno delle restanti partite

(es. domenica o mercoledì in caso di turno infrasettimanale etc).

Quindi se non è possibile comunicarla contemporaneamente a tutti

in quanto

ad es. la si sta comunicando per telefono solo al proprio avversario,

sarà cmq poi cura del partecipante stesso o del terzo partecipante incaricato

inviare la formazione con una successiva e-mail o attraverso il forum

a tutti i restanti partecipanti

entro e non oltre l'orario stabilito da questo stesso comma

(ore 24,00 dopo l'ultima partita di serie A).

Caso contrario,

la formazione naturalmente è valida

ma si incorre nella sanzione prevista dall'art. art. 31.

Questa esigenza di far ricevere le formazioni

di tutti a tutti

nasce per permettere a chiunque

di avere un quadro generale della giornata di fc

e di fare (se si vuole)

nel giorno seguente i relativi conteggi,

soprattutto all'amministratore del sito

che dovrà inserire settimanalmente

i conteggi ed i relativi risultati di tutti.

 

indice

 

 

 art 26

(Cosa s'intende per orario d'inizio di una partita)

Per orario di inizio di una partita

e quindi il limite per comunicare

o variare la propria formazione (con sanzione),

s'intende

quello prestabilito e non quello effettivo

es.  ore 18,00 e non ore 18,03

quando poi invece effettivamente

inizia la partita al fischio dell'arbitro

 

indice

 

 

comma 1 (art. 26)

(Spostamento orario d'inizio del primo anticipo)

In caso di

spostamento repentino dell'orario del primo anticipo

es.

spostamento di 1 ora per ordine pubblico del primo anticipo previsto

inizialmente alle ore 18,00

ma deciso ad es. solo alle ore 17,00

visto che non tutti i partecipanti

ne possono essere a conoscenza

e nel rispetto di chi ha già eventualmente comunicato la formazione,

rimarrà l'originario orario prestabilito

(quindi il vecchio orario del primo anticipo)

come limite massimo per comunicare e/o variare

la propria formazione (con sanzione)

e durante quell'ora di rinvio

non sono ammesse

neanche variazioni di formazione.

A meno che il primo anticipo

non venga rinviato o spostato

- all'orario del secondo anticipo (es. 20,30)

- o addirittura al giorno successivo (insieme all'altro anticipo serale)

all'orario ad es. delle restanti partite (es. domenica ore 15,00).

In questi casi si ha

il conseguente spostamento automatico

anche dell'orario per dare e/o variare la propria formazione

nei nostri 2 esempi di cui sopra

senza sanzione

- entro le 19,45 dello stesso giorno  o

- entro le 14,45 del giorno successivo

con sanzione

- entro le 20,30 dello stesso giorno  o

- entro le 15,00 del giorno successivo.

Fin qui in caso di spostamento repentino dell'orario del primo anticipo,

ma nel momento in cui una variazione di ora o giorno

del primo anticipo

viene ufficialmente comunicata in tempo (almeno il giorno primo)

e riportata poi sui giornali (o almeno in quello di riferimento) il giorno della partita,

nel nostro es. quindi:

decisione presa il venerdì

e riportata il sabato sui giornali o almeno in quello di riferimento

in questo caso automaticamente

l'orario d'inizio che il fcrc92 considera

è il nuovo

anche nel caso in cui qualche partecipante

non ne fosse a conoscenza.

 

indice

 

 

  art 27

(Mancata comunicazione)

In caso di mancata comunicazione della formazione,

oltre l'applicazione delle sanzioni previste dall'art. 31 e cioè

- 2 euro per mancata comunicazione al proprio avversario

- 2 euro per mancata comunicazione a tutti

per un totale di 4 euro

al partecipante trasgressore

varrà l'ultima formazione comunicata nel campionato in corso

la cosiddetta "formazione del turno precedente"

secondo l'art. 29

 

indice

 

 

art 28

(Tardiva comunicazione)

Per tardiva comunicazione non s'intende quella data

oltre l'inizio del primo anticipo o delle partite in caso di turno senza anticipi

(in questo caso infatti trattasi di mancata comunicazione di cui all'art. precedente)

ma s'intende quella comunicata

nell'arco temporale che va tra l'orario stabilito dal fcrc92 (15 minuti prima)

e l'inizio del primo anticipo o delle partite in caso di turno senza anticipi.

In questo modo si eviteranno i seguenti casi spiacevoli

1) la distinzione antipatica nell'ambito dei partecipanti

tra i permissivi e i più rigidi

2) il rinfacciare una precedente accettazione di formazione non valida

3) il pretendere di avere lo stesso trattamento

e soprattutto

4) lo scegliere se accettare o meno

una formazione ad es. delle ore 18,10 magari solo alle ore 20,00

e cioè quando ad es. si apre il pc

e si scopre l'orario in difetto della formazione ricevuta per email

e regolarsi quindi in base all'esito del primo anticipo.

Per cui per evitare i punti di cui sopra

che prima o poi.... si sarebbero verificati

è vietato accettare formazioni oltre l'orario d'inizio delle partite.

Per quelle comunicate per e-mail o forum

il problema non si pone, ci si basa infatti

 sugli orari riportati nei messaggi inviati

per sanzionare e/o invalidare (automaticamente) una formazione.

Mentre per quelle comunicate di persona o per telef. o altro

si chiede massima collaborazione a tutti

1) a quelli che la ricevono

per far sì che non si verificano i punti di cui sopra

e quindi dei precedenti destabilizzanti

e per rispetto di chi la formazione la comunica

ore prima o addirittura giorni prima

e adempiere a quanto disciplinato dal comma 2 art. 31

(collaborazione per un giusto calcolo delle sanzioni)

2) a quelli che la comunicano (anche per colpe non proprie)

che dovranno di buon grado

accettare quanto disciplinato da questo titolo

anche perchè

la disciplina attuale risulta molto meno gravosa del passato

visto che non si applica la sconfitta per 2 a 0 a tavolino

e quindi si ha cmq la possibilità di giocare la partita

(seppur con l'ultima formazione valida comunicata)

e visto anche le sanzioni accettabilissime.

 

indice

 

art 29

(Formazione del turno precedente e d'ufficio)

Solo in caso di

mancata comunicazione della formazione al proprio avversario o ad un terzo

o comunicata ma oltre l'orario d'inizio

del primo anticipo o delle partite se turno senza anticipi,

varrà come formazione per quel turno

l'ultima comunicata (valida) nel campionato in corso

la cosiddetta "formazione del turno precedente" (presumibilmente)

più

l'applicazione delle sanzioni previste dall'art. 31.

Se tale infrazione viene commessa

nella prima giornata di un campionato di fc stagionale

e quindi non si hanno precedenti riferimenti,

si applica

la cosiddetta "formazione d'ufficio"

e cioè quella creata in base alla tribuna giocabile

(in uno dei 4 casi previsti)

in base a tutta la rosa in ordine di scelta di mercato

schierando il modulo 4/4/2,

se qualcuno è indisponibile o non "utile" al conteggio

 si passerà al giocatore successivo

fino a completare gli 11 giocatori con voto

(se ciò è possibile)

altrimenti si giocherà in 10, 9 etc.

 

indice

 

 

art 30

(Errori di formazione)

In caso di errori grossolani

come ad es.

- mancanza di un giocatore tra i titolari

(non in panchina in quanto è libera

e quindi schierabile con un nr variabile)

- riportare un giocatore non proprio etc

la formazione rimane valida ma

si procederà in sede di conteggi

alla sostituzione automatica dalla panchina

e cioè il primo disponibile dopo il portiere

(se l'errore non riguarda il portiere, altrimenti il 1° portiere schierato)

e cmq sempre nel rispetto dei moduli.

Questa sostituzione

verrà considerata una delle tre sostituzioni ammesse

e precisamente la prima sostituzione

il che significa

che le eventuali altre due sostituzioni

verranno effettuate di conseguenza

e cioè utilizzando i panchinari restanti.

Se l'errore (es. giocatore non proprio)

è commesso in panchina

questa verrà integrata dalla tribuna giocabile

(sempre in sede di conteggi)

in uno dei 4 casi previsti per il suo utilizzo,

facendo entrare il primo giocatore disponibile in tribuna dopo i portieri

(se l'errore non riguarda il portiere, altrimenti il 1° portiere disponibile)

e con la stessa metodologia di un panchinaro che entra tra i titolari

cioè prendendo il posto esatto del panchinaro errato

senza naturalmente essere considerata una sostituzione

la quale (è bene ricordare) avviene

solo tra un titolare ed un panchinaro o un giocatore in tribuna

mai tra un giocatore in tribuna ed un panchinaro

nè in caso di slittamento

tra 2 e più panchinari o 2 e più giocatori della tribuna

per sostituire un titolare.

Se l'errore invece è l'aver schierato uno o più giocatori in più

quindi ad es. 12 titolari o 13 panchinari,

verrà eliminato automaticamente dalla formazione

e quindi non considerato nei conteggi

l'ultimo giocatore riportato

nella panchina (in caso di 13 panchinari)

o tra i titolari (in caso di 12 titolari)

in questo ultimo caso sempre nel rispetto dei moduli.

Per cui se togliere l'ultimo giocatore riportato (il 12°)

comporta un modulo di gioco non previsto e non ammesso

verrà tolto l'ultimo giocatore di un reparto

(in ordine: di difesa o di centrocampo o di attacco)

in modo tale da rispettare uno dei moduli di gioco ammessi.

Infine se un giocatore è schierato

sia tra i titolari che in panchina

varrà quello titolare e tolto quello in panchina

e ad integrare quest'ultima

subentrerà un giocatore dalla tribuna giocabile

con le modalità sopra elencate.

 

Postilla di chiarimento (dell'art. 30)

Dalla stagione 2015/16 si applica la sanzione di 2 Euro

per gli errori di comunicazione previsti dall'art. 30

(schierare più giocatori in panca o giocatori non propri etc).

Si precisa che la sanzione si applica

per ogni errore commesso per cui

in caso di più errori nella stessa formazione

la sanzione sarà cumulativa (2 euro + 2 euro etc).

Quindi in base a quanto disciplinato da questa postilla

in riferimento ai casi previsti dall'art. 30 (errore di formazione)

si prega ogni partecipante di fare massima attenzione

soprattutto nelle comunicazioni tramite msg con cellulare

di cui il T9 protrebbe storpiare o addirittura modificare un nome

oppure

nelle correzioni di una formazione già comunicata

in conseguenza delle quali è sempre consigliabile (non obbligatorio)

riscrivere l'intera formazione

questo perchè uno degli errori più frequenti è comunicare ad es.

"faccio entrare dalla panchina tizio al posto del titolare caio"

dimenticandosi quindi di comunicare chi subentra in panchina

al posto di tizio

rimanendo così con un giocatore in meno in panchina

come appunto stabilito dall'art. 30

 

nel caso di panchina incompleta oltre all'aplicazione delle sanzioni.

 

indice

 

 

art 31

(Sanzioni di gioco)

Le sanzioni (attualmente di euro 2)

vengono applicate al trasgressore in questi seguenti casi:

1) se un partecipante non dà la formazione per niente

al proprio avversario o al terzo

= per mancata comunicazione

2) se un partecipante o terzo incaricato la dà in ritardo

= per tardiva comunicazione

3) se i restanti partecipanti non la ricevono o la ricevono dopo le 24,00

del giorno in cui si completa la giornata calcistica

= per incompleta comunicazione

Si precisa che le sanzioni di cui al punto 1) o 2) sono cumulabili

con quelle del punto 3) ed eventualmente anche

con l'invalidità della formazione

e quindi

l'applicazione della "formazione del turno predente" o "d'ufficio".

 

4) dalla stagione 2015/16 per ogni errore di comunicazione commesso

 

in tutti quei casi previsti e disciplinati dall'art. 30

= per errore di comunicazione

 

 

indice

 

 

comma 1 (art. 31)

(Responsabilità ma non punibilità del terzo)

Le sanzioni sono applicabili solo al partecipante

la cui formazione è punibile

e mai al terzo incaricato anche se questi

avesse avuto responsabilità diretta

nella trasgressione punita.

 

indice

 

comma 2 (art. 31)

(Obbligo di comunicazione dell'infrazione)

Il partecipante che dovesse ricevere la formazione

dal proprio avversario o dal terzo incaricato oltre l'orario limite stabilito

(17,45 senza sanzione / 18,00 con sanzione)

o non riceverla per niente

e’ tenuto a comunicarlo agli altri partecipanti

e all’amministratore del sito per la

regolarità dei conteggi delle sanzioni

e permettere di conteggiare

la "formazioni del turno precedente" o quella "d'ufficio"

 

indice

 

comma 3 (art. 31)

(Pagamento delle sanzioni e loro utilizzo)

 

Le sanzioni devono essere pagate

 

dai trasgressori alla fine del campionato di riferimento.
 

Il totale del relativo importo

 

sarà distribuito per intero

 

al vincitore della supercoppa fc

 

di quel campionato di riferimento

 

secondo quanto disciplinato

 

dall'art. 16 comma 3 (premio per la supercoppa)

 

e dall'art. 48 (ripartizione montepremi)

 

indice

 

 

  art 32

(Divieti di comunicazione nella formazione)

 

Sono vietate

 

nel comunicare o scrivere le proprie formazioni

 

- postille (sia a voce che scritte) del genere

 

"se poi non mi gioca questo considerami quest'altro" etc.

 

la formazione infatti

 

dovrà comprendere solo i nomi dei giocatori titolari e dei panchinari

 

poi verrà svolto tutto automaticamente e secondo regolamento.

Inoltre è vietato indicare i giocatori:

- con frasi come "l'unico che ho disponibile"

o qualsiasi altra frase che sostituisca

il nome di chi si vuole schierare

altro es. vietato "il 2° di buffon"

- con il soprannome senza il reale nome

- senza nome in caso di omonimia del cognome

con un altro giocatore che è dello stesso partecipante

anche di ruolo diverso (visto la panchina libera)

- con una abbreviazione che risulterebbe uguale ad un altra

di un giocatore dello stesso partecipante

anche di ruolo diverso (visto la panchina libera).

Nei casi di cui sopra

e cioè di quei giocatori di ambigua individuazione

scatteranno le sostituzione

sempre nel limite delle 3 previste

come disciplinato dall'art. 30 per gli errori di formazione.

Se i casi riguardano la panchina

è ammesso l'utilizzo della tribuna giocabile

(per errore di formazione: art. 30)

per integrare la panchina diventata carente per i casi di cui sopra.

La formazione quindi va comunicata in modo preciso

 

senza lasciare dubbi e adito a discussioni.

 

indice

 

 

 

Titolo VII

Dei conteggi

 

art 33

(Il giornale di riferimento)

Il giornale di riferimento che viene scelto

non a caso è disciplinato in questo titolo in quanto

viene utilizzato

dal fcrc92 esclusivamente per i conteggi

e precisamente voti, gol, autoreti ed espulsioni (non più le ammonizioni),

mai per altre regole.

Per cui in nessun caso una regola del giornale utilizzato

può sostituire o integrare questo regolamento

Si precisa che

1) l'attribuzione di un gol o meno ad un giocatore è insindacabile

per cui è stato tolto il ricorso attraverso altri giornali

(tra l'altro fatto una sola volta in 16 anni);

2) per errori evidenti o dimenticanze di altro genere del giornale

basta aspettare la rettifica dello stesso nei giorni seguenti

visto che ormai ogni giornale ha lo spazio fc;

3) in caso di errori di squalificati il giornale non "salva"

il partecipante del fcrc92 anche perchè

le informazioni sugli squalificati

potranno essere acquisite anche da altri siti d'informazione;

Si ricorda cmq che gli squalificati vengono semplicemente sostituiti

come gli indisponibili

 

Postilla di chiarimento (del punto 1 dell' art. 33)

E' bene precisare che

la decisione del giornale di riferimento del fcrc92

di attribuire o meno un gol o autogol e a chi attribuirlo

non può essere scavalcata neanche da quanto deciso

dalla Lega Calcio

e dalla sua relativa classifica dei marcatori della serie A,

in quanto ogni giornale od organo (come la Lega)

ha la sua particolare classifica marcatori utilizzando i propri parametri.

Diverso sarebbe

se a tenere la relativa classifica fosse la FIGC

in base a quanto riportato dai referti degli arbitri,

ma sappiamo benissimo che nei referti arbitrali

non viene assolutamente riportato

l'autore di un gol o autogol

ma solo la squadra che ha segnato e il minuto del gol.

Da qui la mancanza di una classifica marcatori ufficiale

tenuta dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Per cui

di fronte alle diverse classifiche di marcatori più o meno attendibili

e cmq tutte soggettive

(compresa quella della Lega Calcio)

per il fcrc92 varrà esclusivamente quella tenuta

dal giornale di riferimento.

 

indice

 

art 34

(Esiti partite)

Il risultato di una partita è determinato dalla differenza dei punteggi

delle 2 squadre scese in campo.

Il punteggio di ogni squadra

è dato dalla somma dei voti degli

11 giocatori utili (fantacalcisticamente)

tra titolari e panchinari

al quale vengono sommati i bonus e sottratti i malus

secondo lo schema dell'art. successivo:

 

indice

 

art 35

(Bonus e Malus)

                  Bonus gioco:

                  +2 per Gol del Centrocampista o Attaccante;

                  +3 per Gol del Difensore;

               +5 per Gol del Portiere;

          +2 per Rigore Parato dal Portiere (o dal giocatore eventuale che funge da portiere)

                  +1 per Rigore Segnato da qualunque giocatore;

          Bonus modulo:

              +1 per Modulo con 1 Attaccante (3-6-1; 4-5-1; 5-4-1)

                  Malus gioco:

                  -1 per Gol Subito dal Portiere (o dal giocatore eventuale che funge da portiere)

                  -1 per Rigore Sbagliato da qualunque giocatore

                  -1 per Espulsione

              -1 per Autorete

              Malus modulo:

                  -1 per Modulo con 3 Attaccanti (3-4-3; 4-3-3)

                  Malus tribuna:

                  -1 per Utilizzo del Portiere dalla Tribuna Giocabile (in una partita regolare di serie A)

n.b.

il modulo con 2 attaccanti

non comporta alcun bonus/malus modulo.

 

Postilla di chiarimento (dell' art. 35)

Il -1 di malus tribuna previsto

per il portiere subentrato dalla tribuna giocabile

non scatterà se il portiere sostituito

faceva parte di una partita di serie A

per la quale sono previste le sostituzioni illimitate (titolo IX)

 

indice

 

 

art 36

(Moduli formazione)

Gli unici moduli di formazione consentiti sono:

con tre difensori: 3/4/3 - 3/5/2 - 3/6/1

con quattro difensori: 4/4/2 - 4/3/3 - 4/5/1

con cinque difensori: 5/4/1 - 5/3/2

con sei difensori: 6/3/1

Dando per scontato che il portiere va sempre schierato

 

indice

 

 

art 37

(Fasce gol)

Il punteggio in base a quanto

stabilito dall'art. 34 e 35

verrà poi trasformato in gol a secondo

della fascia di appartenenza:

fino   a 65,5 = 0 gol

da 66 a 69,5 = 1 gol

da 70 a 72,5 = 2 gol

da 73 a 74,5 = 3 gol

da 75 a 76,5 = 4 gol

da 77 a 78,5 = 5 gol

Etc (sempre con fasce di 1,5)

 

indice

 

Titolo VIII

Delle sostituzioni regolari

 

art 38

(Panchina)

Tra i giocatori della propria rosa

si dovrà scegliere per ogni partita di serie A

(settimanale o infrasettimanale)

la formazione da comunicare

come disciplinato dal titolo VI

e formata da

11 giocatori titolari

(rispettando i moduli di cui all’art. 36)

e massimo 7 giocatori per la panchina

(12 dalla stagione 2012/13)

senza il rispetto di alcun modulo

la cosiddetta "panchina libera"

(es. anche tutti difensori

altro es. anche senza giocatori di uno o più reparti)

e senza alcun ordine prestabilito.

L'unico obbligo per la panchina

riguarda il o i portieri:

ne vanno schierati anche zero, uno o due

ma vanno sempre

schierati primi in panchina.

Caso contrario nel conteggio e nell'ambito delle sostituzioni

verranno cmq considerati primi.

 

indice

 

 

comma 1 (art. 38)

(Panchina "intelligente")

A differenza della maggior parte dei fc

dove la panchina è fissa e nella quale il partecipante

la subisce passivamente

nel fcrc92 il partecipante ha la possibilità

di esprimere la propria volontà

e dimostrare la propria bravura

non solo tra i titolari ma soprattutto nella panchina

potendola modellare a proprio piacimento

in base alla formazione titolare schierata

e a delle tattiche di gioco

prevedendo eventuali variazioni di modulo

e soprattutto

decidendo chi per primo deve entrare in caso di sostituzioni.

Per cui nel fcrc92 il partecipante

dimostrerà la sua bravura e il suo intuito

più nella panchina che nella formazione titolare

per la cosiddetta "panchina intelligente"

 

indice

 

 

comma 2 (art. 38)

(Regola "marcello" del J+ e J-)

 

A dimostrazione di quanto precisato dal comma precedente

 

è prevista a partire dal 52° campionato (secondo della stagione 2009/10)

 

la presenza in panchina del J+ e/o del J-

 

In pratica

 
un partecipante potrà (se lo vorrà) indicare nella panchina

 

con un J+ quel giocatore che entrerà per primo

 

a prescindere dal ruolo

 

(ma sempre nel rispetto dei moduli previsti)


e con un J- quel giocatore che verrà preso in considerazione

 

per ultimo anche dopo quei panchinari che hanno

 

un ruolo diverso dal giocatore da sostituire

 

e quindi solo in caso

 

di indisponibilità degli altri panchinari

 

o se questi non permettono moduli consentiti.


Naturalmente non indicando niente rimangono i principi

 

della panchina tradizionale disciplinata dai commi successivi.

Quindi il partecipante con un Jolly

 

potrebbe decidere di sistemare la panchina

 

in modo tale che ad esempio al posto di un attaccante

 

non entri un attaccante (pur presente in panchina)

 

ma un difensore o un centrocampista (con appunto il jolly+)

 

oppure semplicemente

 

indicando col J- l'attaccante in panchina

 

che quindi non entrerà (almeno inizialmente)

 

al posto dell'attaccante da sostituire


in deroga alla sostituzione iniziale "ruolo per ruolo"

 

Si precisa quanto segue:


1) è facoltativo utilizzare il
J+ e il J- o uno dei 2,

 

per i restanti panchinari

 

valgono le regole disciplinate dai commi successivi

 

(sostituzione ruolo per ruolo e poi per ruoli diversi)


2) la regola non riguarda i portieri

 

3) la regola si applica per ogni sostituzione

 

per cui se il J+ non è riuscito a subentrare

 

ad es nella prima sostituzione

 

cmq avrà la precedenza nelle successive sostituzioni


4) in caso di dimenticanza dei simboli jolly

 

varrà la panchina tradizionale


mentre in caso di aggiunta dei simboli jolly

 

oltre l'orario consentito per le comunicazioni

 

(es. 17,45 ma sempre entro le 18,00)


scatterà la sanzione come per qualsiasi modifica della formazione


5) l'opzione Jolly è esclusivamente nominale

 

per cui nel caso in cui ad es.

 

un giocatore della tribuna giocabile prende il posto (nei casi previsti)


di un panchinaro con un J,

 

l'opzione Jolly

 

decade automaticamente

 

senza alcuna possibilità di slittamento ad altro giocatore

 

 

Postilla di chiarimento (del comma 2 art. 38)

La regola dell'art. 38 comma 2 porta il nome del suo legislatore.

 

Questo perchè (come disciplinato dall'art. 2 comma 1 e 2)

 

in caso di dubbi interpretativi a campionato in corso


essendo rigorosamente vietate votazioni per interpretare una regola,

 

sarà lui a chiarirli e ad avere l'ultima parola

 

(regola della "giusta interpretazione").
 

 

indice

 

 

art 39

(Sostituzioni)

Se tra gli 11 titolari schierati

ci dovessero essere giocatori non "utili" e cioè

- sv senza bonus o malus

- non scesi in campo ma senza malus

(in quanto ci potrebbe essere un giocatore ad es. espulso in panchina)

- squalificati etc

verranno sostituiti (per un massimo di 3 sostituzioni)

dai panchinari schierati e "utili".

In caso di un panchinaro non utilizzabile

e slittamento ad un altro panchinaro

questo non comporta una sostituzione.

Per utile s'intende

- qualsiasi giocatore con voto

- qualsiasi giocatore con s.v. ma con bonus o malus di gioco (art. 41 comma 1)

- il portiere con s.v. anche senza bonus o malus di gioco

ma con almeno un tempo giocato (art. 41 comma 2)

 

indice

 

 

comma 1 (art. 39)

(Sostituzione ruolo per ruolo)

 

In caso di sostituzione di un titolare

inizialmente si cercherà di sostituirlo

(in assenza di un panchinaro con J+ o J-)

con uno dello stesso ruolo

(il primo dello stesso ruolo schierato in panchina, poi il secondo etc)

 

indice

 

 

comma 2 (art. 39)

(Sostituzione per ruoli diversi e variazione modulo automatica)

Se la sostituzione ruolo per ruolo non e’ possibile

il giocatore non "utile" verrà sostituito

dal primo giocatore in panchina utilizzabile

anche se di ruolo diverso,

partendo dall’alto verso il basso

nell'ordine della panchina

(escludendo il portiere che sostituisce sempre e solo il portiere)

facendo variare così eventualmente

il modulo di partenza schierato

sempre nel rispetto cmq dei moduli previsti dall’art. 36

 

indice

 

 

comma 3 (art. 39)

(Bonus e malus nella variazione modulo automatica)

Si precisa che i bonus e malus modulo

per lo schieramento degli attaccanti (1 o 3)

verranno applicati in base al modulo

che poi effettivamente ha giocato

in conseguenza alle sostituzioni eseguite

e non a quello schierato inizialmente

nella formazione comunicata.

 

indice

 

comma 4 (art. 39)

(Sostituzione portiere solo ruolo x ruolo)

Quanto previsto dal comma 2

(sostituzione per ruoli diversi)

non riguarda il portiere

che andrà sostituito solamente

ruolo x ruolo e quindi solo

da un portiere (se presente in panchina)

e se utilizzabile

(anche quindi con sv con almeno un tempo giocato

o con meno di un tempo giocato ma con bonus e malus)

altrimenti

verrà sostituito da uno di quelli presenti (se utilizzabile)

nella tribuna giocabile

 (in sostituzione del vecchio e "non originale" 4 d'ufficio)

col -1 di malus tribuna

e secondo le modalità previste dall'art. 44.

In caso d'impossibilità anche di quest'ultimo

 il partecipante giocherà in 10

Per cui è bene che ogni partecipante valuti

attentamente in sede di mercato

se prendere 3 portieri di 3 squadre diverse

e ridurre al minimo il rischio di cui sopra

oppure optare per 2/3 portieri di una sola squadra

per averne uno sempre sicuro

però appunto... solo 1

 

indice

 

comma 5 (art 39)

(Ordine di scelta delle sostituzioni solo automatico)

 

Sia che a non aver giocato siano stati massimo 3 giocatori

 

che più di 3 giocatori

 

(es. 4 e quindi vedere quali dei 4 vanno sostituiti visto il limite delle 3 sost.)

a decidere

chi deve essere sostituito e chi deve entrare dalla panchina

è sempre

l’ordine di schieramento della stessa panchina

precisando che

1) il portiere cmq farà sempre parte dei panchinari

o di quelli della tribuna giocabile destinati ad entrare

(se il portiere titolare è uno tra quelli da sostituire)

e questo

anche se il portiere in panchina (per errore)

è messo per secondo, per ultimo etc.

in quanto come disciplinato dall'art. 38

il o i portieri saranno sempre considerati

primi nella panchina (se schierati).

2) ATTENZIONE

nella scelta dell'ordine delle 3 sostituzioni

(quale la prima, quale la seconda e quale la terza)

oppure

nella scelta dei 3 giocatori da sostituire

su ad es. 4 giocatori titolari indisponibili,

l'ordine della panchina impone tanto i nomi dei giocatori che entreranno

ma quanto (e soprattutto) i ruoli che per primi vanno sostituiti.

Per cui se si mette per primo in panchina un attaccante

il partecipante indica che la prima sostituzione da fare

deve riguardare l'attacco (se ce n'è uno da sostituire)

e quindi sostituirlo in qualsiasi modo previsto dall'art. 39 e commi successivi:

- inizialmente ruolo per ruolo (se non è presente il J+)

- poi per ruolo diverso

Esempio

con più di 3 giocatori titolari che non hanno giocato:

ad un partecipante non gli hanno giocato

4 giocatori tra i titolari

2 difensori, 1 centrocampista ed 1 attaccante

a stabilire quali giocatori saranno sostituiti

e quindi chi entrerà dalla panchina

visto che sono ammesse solo 3 sostituzioni,

sarà l'ordine della panchina.

Per cui se in panchina dopo il portiere

(che nel ns esempio non deve subentrare)

sono messi

- prima 2 attaccanti

- poi 2 centrocampisti

- ed infine 2 difensori

le sostituzioni riguarderanno

prima il reparto di attacco, poi il centrocampo ed infine la difesa

e ad entrare saranno prima gli attaccanti, poi i centrocampisti ed infine i difensori

per cui le 3 sostituzioni saranno

1) l'att. in sostituzione dell'att.

2) il centroc. in sostituzione del centroc.

3) infine un dif. in sostituzione di uno dei 2 dif.

ed il partecipante naturalmente giocherà in 10

in quanto il 4° giocatore (l'altro difensore) non potrà essere sostituito

per il limite delle 3 sostituzioni.

Quindi con la sua panchina il partecipante detta

direttamente e automaticamente l'ordine delle 3 sostituzioni da fare.

L'es. di cui sopra è il più semplice

in quanto è un caso di sostituzioni ruolo per ruolo

ma se tra quelli in panchina ci sono degli inutilizzabili

e non si possono effettuare sostituzioni ruolo per ruolo

si passa a quelle per ruolo diverso

rimanendo intatto l'ordine delle sostituzioni da effettuare.

Nel nostro esempio

nella sostituzione n. 1

in cui bisogna sostituire un attaccante

se sono inutilizzabili tutti e 2 gli att. panchinari

entrerà cmq sempre al posto dell'attaccante

il primo giocatore successivo agli att. non utilizzabili in panchina

e cioè il primo centrocampista

e quindi nella sostituzione n. 2 al posto del centrocampista

entrerà quello successivo a quello entrato nella sostituzione n. 1

e cioè il 2° centrocampista altrimenti quello dopo (il primo difensore)

con gli inevitabili cambiamenti del modulo di gioco.

 

indice

 

art 40

(il 4 d'ufficio abrogato "d'ufficio" dalla tribuna giocabile)

In sostituzione del 4 d'ufficio previsto in passato,

in aiuto del partecipante in difficoltà

ad avere giocatori utili dalla panchina,

si applica la tribuna giocabile

(più originale e meno fredda di un voto d'ufficio)

facendo scattare però

il -1 di malus tribuna (oltre ai bonus e malus di gioco)

nel conteggio finale

e considerando questo una sostituzione nell'ambito delle 3 ammesse.

Quanto sopra (a differenza dell'ex 4 d'ufficio applicato per tutti i ruoli)

è previsto solo per il portiere

in quanto i partecipanti per gli altri giocatori

sono già abbastanza tutelati

1) dalla panchina libera e lunga

2) dalla possibilità di sostituire i giocatori anche per ruoli diversi

3) potendo cambiare anche moduli di gioco

più di così....

Viceversa è necessario una minima tutela in più per il portiere

visto

- la particolarità del ruolo

- il nr. ristretto nella rosa

- e che non può essere sostituito con altri giocatori di diverso ruolo.

Cmq per l'applicazione della tribuna giocabile

si rinvia all'art. 44 titolo IX sulle partite di seria A

(annullate, sospese e rinviate)

 

dove la tribuna giocabile

 

trova la sua più importante applicazione

 

e cioè nelle sostituzioni illimitate

 

quelle che oltre poter superare il limite delle 3 sostituzioni

 

non comportano alcun malus tribuna

indice

 

 

art 41

(S.V.  particolari)

 

comma 1 (art. 41)

(S.v. con bonus o malus)

Un caso particolare è il giocatore che prende s.v.

ma realizza ad es. un gol o viene espulso o qualsiasi altra cosa che

possa far scattare il bonus o il malus di gioco,

 lo stesso giocatore

verrà considerato ai fini del punteggio finale

e quindi non sarà sostituibile.

Gli verrà applicato dal fcrc92 un voto di partenza (6)

per ottenere poi un voto reale

con questa metodologia:

- 0,5 d'ufficio per ogni malus partendo da 6

+ 0,5 d'ufficio per ogni bonus partendo da 6

ed applicando infine al voto reale (es. 5,5 o 6,5 etc)

i relativi bonus o malus di gioco

ottenendo così il voto finale

e questo per ogni giocatore compreso il portiere

(il portiere cmq è disciplinato anche dal comma successivo)

es.

attaccante sv con 1 gol fatto = voto finale 8,5

(6 voto di partenza + 0,5 d'ufficio per 1 bonus + 2 del gol fatto)

 

Postilla di chiarimento (del comma 1 art. 41)

quanto disciplinato dal comma precedente

vale anche per il giocatore non sceso in campo con malus

(es. giocatore espulso in panchina)

in quanto giocatore considerato "utile" ai fini del conteggio

come indicato nell'art 39 e quindi non sostituibile

o se schierato in panchina utile per subentrare.

 

indice

 

comma 2 (art. 41)

(S.v. del portiere)

Quando a prendere s.v. è il portiere

questi non verrà sostituito

purchè abbia giocato

almeno un tempo della partita di Serie A

(anche in assenza di bonus o malus)

e il suo voto sarà 6, 

o giocando anche meno di un tempo

ma in presenza di bonus e malus

e il suo voto (quello di partenza) sarà 6

per poi applicare quanto stabilito dal comma precedente

In caso contrario

(se non ha giocato almeno 1 tempo

e in assenza di bonus o malus)

verrà

secondo quanto stabilito dal comma 4 dell'art. 39

sostituito dal portiere schierato in panchina,

e se anche questi

non ha preso voto o ha preso s.v. giocando meno di un tempo senza bonus/malus

e non si hanno altri portieri schierati in panchina,

non potendo applicare ovviamente la regola della sostituzione x ruolo diverso

come per tutti gli altri ruoli,

a subentrare sarà il portiere della tribuna giocabile

che se con voto utile

varrà come una sostituzione

applicando inoltre il -1 previsto dall'art. 35

e come disciplinato dall'art. 44 e commi successivi

oltre al calcolo dei gol eventualmente presi

es.

portiere sv subentrato dalla tribuna giocabile

con + di un tempo giocato e 2 gol presi:

6 -2 di gol -1 di malus tribuna = voto 3

 

indice

 

comma 3 (art. 41)

(S.v. improprio)

Infine

nel caso in cui (e solo questo) il giornale di riferimento

decidesse di mettere a tutti i giocatori di una partita

o anche ad una sola delle 2 squadre di una partita,

degli s.v.

in partite giocate per intero

(non sospesa o rinviata disciplinata invece dal titolo successivo: IX)

ad esempio

- per poca visibilità (es. nebbia o fumogeni)

- perchè ritiene che non sia stata giocata regolarmente

in quanto ultima giornata di campionato

o per disordini o per questioni di ordine pubblico etc

e altri vari casi in cui cmq

le partite sono state effettivamente giocate per intero,

si applicherà

a tutti quei giocatori scesi in campo almeno un tempo effettivo

(o anche meno se con bonus o malus, escluso il portiere): 

- un 6 d’ufficio per quelli senza bonus e malus

- un 6 di partenza per quelli con bonus e/o malus

- un - 0,5 per ogni malus ai giocatori relativi (partendo da 6)

- un + 0,5 per ogni bonus ai giocatori relativi (partendo da 6)

calcolando naturalmente anche gli eventuali

bonus/malus di gioco (assist gol etc), di modulo e di tribuna

e attribuendo al portiere il relativo voto finale

in base a quanto stabilito dal comma 2 dello stesso art.

esempi pratici:

- giocatore sv con meno di un tempo giocato = va sostituito

- giocatore sv con meno di un tempo giocato ma con bonus (es gol) = comma 1

- giocatore sv con espulsione giocando tutta la partita = voto 4,5

(6 -0,5 d'ufficio -1 di espulsione)

 

indice

 

 

Titolo IX

Delle partite di serie A

e delle sostituzioni illimitate

 

art 42

(Sostituzioni illimitate)

I giocatori (e solo quelli) schierati nella propria formazione

facenti parte delle partite di serie A

nei casi elencati nei commi successivi

(partite non "utili" ai fini dei conteggi del fc)

verranno sostituiti

con i giocatori in panchina senza il limite delle 3 sostituzioni

e se necessario verrà utilizzata la tribuna giocabile

(secondo quanto disciplinato dall' art. 44 e relativi commi).

Si precisa che queste sostituzioni vanno ad aggiungersi

alle 3 regolari previste e applicabili ai giocatori

di partite "utili" ai fini dei voti.

 

indice

 

 

comma 1 (art. 42)

(Rivisitazione della formazione)

 

In tutti quei casi disciplinati

 

dai commi successivi

 

in cui invece si potrà aspettare

 

la partita rinviata o sospesa etc

 

e quindi senza dover ricorrere alle sostituzioni illimitate dell'art 42,

 

ogni partecipante avrà la possibilità

 

entro l'orario d'inizio della o delle partite in questione

 

di rivisitare la propria formazione togliendo dei giocatori

 

ma dovrà riguardare esclusivamente quei giocatori

 

oggetto del recupero (o dei recuperi) in questione

 

e soprattutto a queste condizioni

 

1) togliere solo squalificati, infortunati certi, indisponibili

 

(es: impegnati con la nazionale, ceduti all'estero o in serie B etc)

 

e quelli eventualmente tolti nel mercato di riparazione,

 

questi ultimi a propria discrezione in quanto anche se non più propri

 

lo erano al momento della comunicazione della formazione originaria

 

e quindi possono anche essere lasciati ed usufruire del loro voto nel recupero

 

ma in questo caso non potranno essere inseriti (in caso di altri cambi)

 

quei giocatori presi al loro posto nel mercato di riparazione

 

in quanto si avrebbe e si utilizzerebbe una rosa "allargata".

 

2) inserire stesso nr. di nuovi giocatori

 

(che in fase di conteggi saranno inseriti per ultimi in panchina)

 

tra i quali eventualmente

 

anche quelli presi nel mercato di riparazione

 

ma non se quelli tolti nel mercato vengono lasciati schierati

 

in quanto come specificato sopra si avrebbe e si utilizzerebbe una rosa "allargata".

 

Non potranno invece essere più inseriti

 

quelli tolti nel mercato e non schierati originariamente

 

in quanto non più di proprietà al momento della rivisitazione

 

nè utilizzati al momento della comunicazione originaria

 

3) senza riscrivere la formazione, in quanto

 

i nuovi 11 titolari verranno scelti automaticamente

 

 (in fase di conteggio dopo il recupero delle partite)

 

secondo le normali modalità di utilizzo della panchina (come nei casi delle sostituzioni).

 

Quindi una formazione "rivisitata"

 

deve riportare quella originaria con scritto sotto e in evidenza

 

solo i giocatori da togliere e il motivo (squalifica, infortunio etc)

 

e quelli da inserire (vedi punto 2)

 

e quest'ultimi potranno anche non essere quelli

 

che subentreranno tra i titolari

 

visto che verranno schierati per ultimi in panchina.

 

Si precisa che

 

in assenza di necessità di rivisitare la propria squadra

 

la formazione non dovrà essere ricomunicata e i giocatori

 

che alla fine non giocheranno o prenderanno sv

 

verranno regolarmente sostituiti sempre nel limite delle 3 sostituzioni ammesse.

 

Stesso discorso (rientro nel limite delle 3 sostituzioni)

 

riguarderà quei giocatori che potevano essere tolti (squalificati, infortunati certi etc)

 

ma che imprudentemente sono stati lasciati schierati non utilizzando la rivisitazione,

 

questi giocatori infatti rimanendo nella formazione titolare

 

andranno necessariamente sostituiti con le normali modalità

 

e soprattutto nei limiti previsti (massimo 3 sostituzioni).

 

 

Postilla di chiarimento (del comma 1 art. 42)

 

la "rivisitazione" e quindi la variazione della formazione originaria

 

non  può assolutamente riguardare

 

1) giocatori di recuperi successivi

 

per questi infatti si dovrà attendere una successiva rivisitazione

 

sempre se i recuperi avvengono entro la fine del campionato di fc in corso

 

viceversa per questi ulteriori recuperi che non possono essere aspettati

 

scatteranno le sostituzioni illimitate ed eventualmente la trib. giocabile

 

e i giocatori non saranno considerati in alcun modo validi o utili

 

2) quei giocatori non più propri (cioè tolti nel mercato di riparazione)

 

ma che hanno già giocato per il partecipante in quanto schierati

 

(anche s. v. o quelli non entrati per niente),

 

per cui

 

questi giocatori non più propri

 

ma schierati originariamente e facenti parte di partite di serie A già giocate

 

rimangono validi ai fini del conteggio e delle sostituzioni

 

nella formazione originaria

 

 

indice

 

 

 art 43

(Partite rinviate, sospese e annullate etc)

 

Partiamo da un a sintesi invece di farla alla fine.

 

Tutte quelle partite di serie A

 

sospese o non iniziate e rinviate

 

ai fini del fcrc92 (e cioè dei voti) si aspetteranno

 

solo se si svolgeranno entro la fine

 

di ogni singolo campionato di fc stagionale in corso

 

comprendendo anche la settimana successiva dell'ultima giornata

 

e cioè

 

quella dell'inizio del nuovo campionato di fc

 

naturalmente

 

entro il giorno precedente quello del mercato iniziale

 

calcolando che l'ultimo giorno disponibile

 

per fare mercato è ven sera o sab mattina.

 

Il problema riguardante l'applicazione di questo articolo

 

nasce dal giornale di riferimento

 

e cioè dalla discrezionalità ad attribuire i voti o meno.

 

Ecco perchè il legislatore ha dovuto prevedere

 

nei commi successivi tutti i seguenti casi:

- partita annullata (con e senza voti)

- partita non iniziata (e quindi senza voti) e rinviata

- partita sospesa e rinviata con un nuovo fischio di inizio (con e senza voti)

- partita sospesa e rinviata ma dal minuto di sospensione (con e senza voti)

- tutto un turno di serie A annullato (e quindi senza voti) e rinviato

 

 

Postilla di chiarimento (dell'art. 43)

 

Per quanto riguarda il campionato a gironi

 

(attualmente di 10 giornate di cui 6 nella fase a gironi)

 

si precisa che

 

il recupero di una partita rinviata nella fase a gironi (prime 6 giornate)

 

si aspetterà (ai fini dei conteggi di fc)

 

solo se entro la fine della stessa fase a gironi (6° giornata)

 

comprendendo anche la settimana successiva

 

e precisamente quella della fase delle semifinali

 

per cui

 

se il recupero avviene ad es il mercoledì

 

successivo alla fase a gironi ma cmq antecedente le semifinali

 

questo sarà valido ai fini dei conteggi.

 

Stesso discorso se il recupero avviene un lunedì

 

mentre il turno successivo (valevole per le ns semifinali)

 

è infrasettimanale e si svolge tra mart e giov.

 

Il recupero invece di una partita rinviata

 

nella fase delle semifinali si aspetterà

 

solo se entro la fase del turno successivo (finali)

 

con la stessa metodologia di cui sopra.

 

Infine

 

il recupero di una partita rinviata

 

nella fase delle finali si aspetterà secondo le modalità

 

previste per i campionati di 14 giornate

 

e cioè

 

solo se entro il giorno precedente quello del mercato iniziale

 

del campionato successivo

 

calcolando che l'ultimo giorno disponibile

 

per fare mercato è ven sera o sab mattina.

 

indice

 

 

comma 1 (art. 43)

(Partita annullata)

Se una partita viene annullata senza essere iniziata

e quindi senza voti

(o iniziata e annullata ma sempre senza voti)

questa non verrà considerata nel turno di fc

e i giocatori della partita di serie A in questione (e solo quelli)

verranno sostituiti secondo le modalità

delle sostituzioni illimitate (art. 42) e tribuna giocabile (art. 44).

Se invece alla partita

(es. giocata tutta o in parte

ma poi annullata successivamente)

il giornale attribuisce i voti,

cmq i relativi voti rimangono utili nel fc

con i relativi bonus e malus

anche ai fini della classifica capocannonieri

e di tutti i dati statistici.

Rientrano in questo comma anche le partite di serie A

date vinte a tavolino

 

indice

 

 

comma 2 (art. 43)

(Partita non iniziata e rinviata)

Se una partita di Serie A non iniziata e quindi senza voti,

viene rinviata,

si aspetterà il rinvio (sospendendo i relativi conteggi)

ma solo se rinviata entro la fine del campionato fc in corso,

altrimenti scatta la disciplina delle sostituzioni illimitate secondo l'art. 42

e della tribuna giocabile secondo quanto previsto dall'art. 44.

es. partita rinviata per la disputa della coppa intercontinentale

altro es. rinviata per cattivo tempo

 

indice

 

 

comma 3 (art. 43)

(Partita sospesa e rinviata con nuovo fischio d'inizio)

Se una partita sospesa viene rinviata con un nuovo fischio di inizio

e a quella sospesa non sono stati attribuiti i voti

si aspetta il rinvio ma solo se entro la fine del campionato di fc in corso

altrimenti scatta la disciplina delle sostituzioni illimitate secondo l'art. 42 e 44

Se viceversa sono stati attribuiti i voti

questi saranno utilizzati nel fc

con i relativi bonus e malus

e ai fini di tutte le classifiche e dati del fc

 

indice

 

comma 4 (art. 43)

(Partita sospesa e rinviata dal minuto di sospensione)

Quando una partita sospesa e rinviata

riparte dal minuto di sospensione

- se e a quella sospesa

il giornale non ha attribuito i voti

si aspetta il recupero

sempre solo entro la fine del campionato di fc in corso e

intanto verranno conteggiati i bonus e malus di gioco

dei minuti precedenti alla sospensione (es. gol fatti e subiti etc)

ai quali poi si aggiungeranno quelli avvenuti dopo la ripresa del gioco

- se il giornale invece attribuisce i voti solo a quella sospesa

varranno come voti quelli attribuiti alla parte giocata fino alla sospensione

mentre come bonus e malus varranno

sia quelli fino alla sospensione che quelli successivi

- se infine il giornale attribuisce i voti

sia alla prima (sospesa) che alla seconda (rinviata)

come potrebbe avvenire in caso di un tempo ed un tempo,

varrà come voto per ogni giocatore

la media dei 2 voti presi

e la somma di eventuali  bonus e malus di gioco nelle 2 frazioni

 

indice

 

comma 5 (art. 43)

(Tutto un turno di serie A rinviato)

 

Precisando che per tutto un turno s'intende

 

comprensivo anche di anticipi e posticipi,

in questo caso si aspetterà il turno da recuperare

per fare i conteggi, avere i relativi risultati

ed aggiornare quindi le varie classifiche fc,

ma solo se il recupero del turno rinviato

avviene entro la fine del campionato in corso.

Se il recupero è posteriore alla fine del campionato di fc in corso

appena verrà ufficializzato

si procederà al cosiddetto "slittamento del turno":

la prima giornata utile

(cioè l'immediato turno di serie A successivo all'ufficializzazione della data)

diventa (per il fcrc92) la giornata per recuperare il turno di fc non giocato

e da questa si avrà un automatico slittamento

di ogni giornata di fc fino ad arrivare a disputare

nel recupero stabilito dalla lega calcio

una diversa giornata di fc (magari del campionato successivo)

 

 

indice

 

 

 art 44

(Tribuna Giocabile)

 

comma 1 (art. 44)

(Tribuna)

Per tribuna o rosa s'intende la lista di quei giocatori

in ordine di scelta mercato

presi al mercato iniziale

ed eventualmente modificata in quello di riparazione

 

indice

 

comma 2 (art. 44)

(Come diventa giocabile)

La tribuna di cui al comma 1 diventa giocabile

1) per intero

in caso di formazione d'ufficio in base all'art. 29

(formazione non comunicata nella prima giornata di un campionato di fc)

e art. 6 comma 2 (squadra "scossa")

2) ridotta

(cioè con quei giocatori non schierati tra gli 11 titolari e i panchinari)

nei seguenti casi

- quelli disciplinati da questo titolo (sostituzioni illimitate)

- portiere (in sostituzione dell'ex 4 d'ufficio)

- errore in panchina (es. giocatore non proprio etc)

o giocatore in panchina di dubbia individuazione.

In tutti questi casi

di cui al punto 2

ogni partecipante quindi

avrà a disposizione (in tribuna)

dei giocatori (naturalmente se ha una rosa completa)

che cmq non devono essere comunicati

nè riportati insieme alla formazione comunicata

 

indice

 

comma 3 (art. 44)

(Applicazione della tribuna giocabile)

La tribuna giocabile si applica

1) per il portiere (e solo quello)

in sostituzione del 4 d'ufficio

(quindi per cercare di completare una sostituzione)

contandola come una delle 3 sostituzione

applicando però nei conteggi il -1 di malus tribuna

2) per tutti quei giocatori (e solo quelli) compreso il portiere

nei casi di sostituzioni illimitate

non contandole nell'ambito delle 3 sostituzioni

nè applicando in questo caso il -1 di malus tribuna

e rispettando l'ordine di scelta mercato

con lo stesso metodo di utilizzo della panchina

cioè

prima ruolo per ruolo poi per ruoli diversi

ma cmq sempre nel rispetto dei moduli consentiti.

3) in caso di formazione d'ufficio sia per squadra "scossa"

che per mancata formazione nella prima giornata di ogni campionato

rispettando sempre l'ordine di scelta del mercato

e adottando esclusivamente il 4/4/2

4) in caso di errori fatti in panchina

che portano ad avere giocatori in meno nella stessa

e quindi integrarla

rispettando l'ordine di scelta mercato

ma non contandole come sostituzioni

nè applicando il -1 di malus tribuna

 

indice

 

comma 4 (art. 44)

(Ordine di scelta dalla tribuna)

I giocatori della tribuna diventata giocabile

e applicata in quanto ci si trova nei casi sopra descritti

entreranno categoricamente in ordine di scelta mercato.

Ordine di scelta a conoscenza di tutti i partecipanti

in quanto visibili sul sito

 

indice

 

 

 

Titolo X

Dei premi e delle penalità

o Dei soldi

 

premessa

a debito nel fcrc92:

- iscrizione stagionale (10 euro)

- quote di partecipazione (50 o 60 euro)

- interessi quote (2 o 5 euro)

- penalità (5, 10, 15 o 10, 15, 20 euro)

- sanzioni (2 euro)

a credito nel fcrc92:

- primo posto (230 o 285 euro)

- secondo posto (100 o 120 euro)

- terzo posto (50 o 60 euro)

- capocannoniere (50 o 60 euro)

- supercoppa fc (26,50 di partenza)

 

indice

 

 art 45

(Quote di partecipazione)

Ogni partecipante dovrà versare, per ogni campionato di fc a cui

partecipa, la quota man mano stabilita

attualmente di

50 euro per campionato di dieci g e 60 per gli altri 2 stagionali.

Dalla stagione 2008/09 e per ogni stagione successiva

andranno versate

in aggiunta alle 50 per il campionato di dieci g altre 10 euro

(sotto forma d'iscrizione stagionale al fcrc92: art. 46)

per finanziare le 3 finali stagionali di supercoppa fc

secondo quanto stabilito e disciplinato dall'art. 16 e relativi commi.

 

indice

 

 

comma 1 (art. 45)

(Interessi quota partecipazione)

Non per sanzionare ma semmai

1) per cercare di aumentare il montepremi

2) per permettere un pagamento in ritardo

se un partecipante non ha disponibilità nel giorno della riunione

3) ed infine per rispetto di chi versa in anticipo,

sono previsti degli interessi quota

per chi verserà la propria quota o parte di essa

dopo la riunione iniziale

e precisamente:

2 euro d'interessi (non per importi inferiori ai 5 euro)

per versamento quota (o saldo quota) entro il mercato di riparazione,

5 euro d'interessi (non per importi inferiori ai 10 euro)

oltre il mercato di riparazione

e cmq entro (e non oltre) il mercato iniziale successivo

per un eventuale totale quota + interessi di

52 o 55 euro per il campionato di dieci g e 62 o 65 euro per gli altri due.

Come disciplinato dall'art. 16 comma 3

gli interessi quota di un campionato fc

faranno parte 

del montepremi della supercoppa fc di quel campionato

 

indice

 

 art 46

(Iscrizione stagionale e suo utilizzo)

Ogni partecipante

(a prescindere dal nr di campionati a cui partecipa in una stagione)

deve versare 10 euro d'iscrizione stagionale

insieme alla quota del campionato di 10 giornate

oppure nel momento in cui subentra a stagione in corso

(se il campionato di 10 giornate si è già svolto)

o nel momento in cui esce a stagione in corso dal fcrc92

(se il campionato di 10 giornate ancora si deve svolgere)

Per cui:

1) in caso di campionato di 10 g svolto come primo stagionale

coloro che iniziano a partecipare dall'inizio della stagione

la dovranno versare obbligatoriamente alla 1° riunione stagionale

insieme alla relativa quota (10 + 50 euro= 60),

chi invece inizia a giocare

dal secondo o dal terzo campionato

la verserà obbligatoriamente

alla prima riunione a cui partecipa

insieme alla quota del campionato

cui si inizia a partecipare (10 + 60 euro= 70)

2) in caso di campionato di 10 g svolto come ultimo,

i partecipanti (sia iniziali che subentrati in corso) 

la verseranno insieme alla quota dell'ultimo campionato (10+50= 60)

mentre coloro che smetteranno di giocare prima

(e cioè dopo il 1° o 2° campionato stagionale)

la verseranno nel saldo finale dell'ultimo campionato a cui partecipano

Si precisa che

a) a differenza delle quote di partecipazione

non sono previsti interessi per l'iscrizione stagionale

in quanto questa non può essere versata in ritardo

rispetto a quanto stabilito nei punti 1) e 2) .

b) l'iscrizione stagionale

verrà utilizzata per le supercoppe fc stagionali

con questa modalità:

- le 80 euro raccolte (dagli 8 partecipanti iniziali)

verranno divise in 3 parti uguali

per finanziare tutte e 3 le finali stagionali di supercoppa fc

- le eventuali 10 di ogni nuovo partecipante a stagione in corso

andranno ad aumentare esclusivamente

il montepremi della finale di supercoppa fc

del campionato di riferimento.

 

indice

 

 art 47

(Tesoriere)

 

Il tesoriere ha i seguenti compiti:

 

1) avere a disposizione ed utilizzare

 

(se richiesto da un partecipante)

 

un libretto di ricevute di pagamento

 

per ogni iscrizione e quota versata

 

e per i saldi finali di fine campionato

 

2) tenere il "bilancio economico" di ogni partecipante

 

ben visibile sul sito in una pagina specifica

 

ed aggiornarlo alle sanzioni man mano applicate

 

e variarlo in base ai premi e penalità a fine campionato

 

3) contattare tutti i partecipanti

 

in prossimità della

 

riunione iniziale del campionato successivo

 

riportando in una e-mail o sms

 

il calcolo soldi risultante dal sito

 

del partecipante contattato

 

specificando le varie voci

 

con il saldo finale a debito o credito

 

4) chiedere i soldi spettanti da ogni partecipante

 

in base al conteggio d cui al punto 3

 

entro le varie scadenze

 

sia a coloro che partecipano alle riunioni

 

(nelle riunioni stesse)

 

sia a coloro che non vi prendono parte,

 

per quest'ultimi dovrà prendere appuntamenti

 

prima della riunione dove si effettueranno

 

tutti i pagamenti

 

5) effettuare nella riunione iniziale

 

i pagamenti dei premi dopo aver riscosso ogni somma

 

e provvedere al prelievo delle nuove quote

 

6) rilasciare (se richieste) le ricevute sia

 

per il saldo precedente che per le nuove quote

 

e riportare il tutto sul sito

 

per i calcoli del nuovo campionato.

 

Si precisa che

 

- il tesoriere risponde personalmente

 

in caso di perdita di una somma

 

che risulta versata nella ricevuta,

 

in assenza di questa (ad es. per perdita o non rilasciata)

 

 fa fede la tabella specifica del sito

 

che ogni partecipante dovrà regolarmente controllarsi;

 

- per i pagamenti dell'ultimo campionato stagionale

 

visto l'assenza di una riunione che gli faciliti il compito,

 

il tesoriere deve provvedere con telefonate o e-mail

 

a contattare tutti i partecipanti entro 1 settimana dalla fine del campionato

 

per i relativi appuntamenti da prendere

 

singolarmente con ogni partecipante

 

in modo tale da raccogliere il montepremi

 

ed effettuare quindi i pagamenti dei premi

 

il prima possibile.

 

A tal proposito si chiede massima collaborazione

 

a tutti i partecipanti

 

per rispetto di coloro

 

che devono ricevere i premi.

 

indice

 

 

comma 1 (art. 47)

(Ricevute di pagamento)

Per ogni versamento il tesoriere

(se richiesta)

lascerà una ricevuta con

- l'intestazione "fcrc92" e specificata la stagione in corso

- il nome del partecipante che versa

- l'importo versato

- la causale di versamento

- la specifica per quale campionato si versa

- la data e il nr. della ricevuta

- ed infine la firma del tesoriere.

n.b.

1) lo stesso libretto delle ricevute verrà utilizzato

per il pagamento dei premi,

in questo caso oltre quanto sopra:

- va specificato nella riga "ricevuti dal": tesoriere

- la firma deve essere del partecipante che riceve i soldi;

2) infine il tesoriere dovrà compilare una ricevuta

anche per i suoi versamenti che pagamenti

in modo tale da lasciare nella matrice del libretto

traccia delle date dei suoi versamenti

per permettere a tutti di prenderne visione

alla luce della nuova introduzione degli interessi quota.

 

indice

 

comma 2 (art. 47)

(Tempi e modalità dei versamenti)

L'iscrizione stagionale va versata al tesoriere

1 sola volta in una stagione calcistica

e obbligatoriamente nella riunione

del campionato stagionale di 10 g o nel campionato

dal quale il partecipante inizia a partecipare.

Le quote partecipazione dovranno invece essere versate al tesoriere

alla riunione del mercato iniziale di ogni campionato stagionale

o entro quello di riparazione (con interessi)

o entro (e non oltre) il mercato iniziale del campionato successivo (con interessi)

Durante ogni riunione iniziale oltre la quota nuova

(più eventualmente quella per il campionato precedente aumentata di interessi)

si provvederà anche al versamento

delle eventuali penalità e sanzioni del campionato appena finito.

Questo

per poter effettuare nello stesso momento

(riunione mercato iniziale)

il pagamento dei premi del campionato appena finito

di cui all'art. successivo

 

Postilla di chiarimento (del comma 2 dell'art 47)

per la consuetudine ormai di svolgere le riunioni in chat

e quindi la difficoltà di riunirsi

è stata isituita una nuova modalià di versamento

e precisamente attraverso la carta paypal del tesoriere

(di cui saranno forniti nr di carta e cf)

presso qualsiasi tabaccheria

 

indice

 

 art 48

(Ripartizione montepremi)

Il montepremi totale raccolto per ogni campionato

è diviso in 2 parti:

1) La quota campionato

+ le penalità dello stesso

(per gli ultimi tre posti in classifica)

andranno a costituire il montepremi del campionato

così ripartito durante le riunioni:

- al terzo classificato ed al proprietario del capocannoniere = la quota per intero

(quindi non verserà nulla);

- al secondo classificato = il doppio della quota;

- al primo classificato = la restante parte (attualmente 230 o 285 euro)

2) Mentre l'iscrizione stagionale

degli 8 partecipanti iniziali (10x8=80)

verrà divisa in 3 parti uguali

(1/3 di 80 = 26,50 euro)

ognuna delle quali utilizzata per le 3 finali stagionali di supercoppa fc

insieme a:

- l'eventuale iscrizione di un nuovo partecipante

subentrato successivamente,

da utilizzare per la supercoppa

del campionato di riferimento (10 euro)

- gli eventuali interessi quote

da utilizzare per la supercoppa

del campionato di riferimento (2 o 5 euro)

- le eventuali sanzioni man mano applicate

da utilizzare per la supercoppa

del campionato di riferimento (2 euro a sanzione).

Tutte queste voci

andranno a costituire il montepremi finale della supercoppa

svolta nel campionato di riferimento

ed interamente versato al relativo vincitore

 

indice

 

 art 49

(Penalità)

Per gli ultimi tre classificati

e cioè sesto, settimo e ottavo posto

sono previste delle penalità 

rispettivamente:

- per il campionato stagionale di dieci giornate

  5,00  10,00 e 15,00 euro

- mentre per gli altri 2 campionati stagionali di 14 giornate

10,00  15,00 e 20 euro.

Si precisa che

in caso di ritorno

ad una seria A a 18 squadre

e quindi con 1 campionato fc di 6 giornate invece che di 10,

le penalità (come i premi) saranno uguali

all'attuale campionato di 10 giornate

(con serie A di 20 squadre)

rimanendo infatti intatte le relative quote di partecipazione.

 

Postilla di chiarimento (del titolo X)

(ottimo rapporto tra quanto si paga e si vince)

In un solo campionato (di 14 giornate)

un partecipante potrebbe arrivare a vincere:

285 euro (massimo premio cioè per il primo posto) +

30 euro e più (per eventuale supercoppa) +

60 euro (per eventuale capocannoniere) =

tot circa 380 euro lordi

meno

60 di quota partecipazione (senza interessi)

per una vincita netta (potenziale)

di 320 euro a campionato

che moltiplicata per 3 in caso di vincita "alla italo"

(tutti e 3 i campionati)

arriverebbe quasi a 1000 euro di vincita stagionale potenziale.

Viceversa chi:

- deve la quota con interessi (62 o 65 euro)

- deve la penalità ad es. per ultimo posto (20 euro)

- deve qualche sanzione (es. 4 euro)

potrebbe arrivare a pagare in un campionato

intorno ai 90 euro.

 

indice

 

Titolo XI

Del sito

 

 art 50

(Sito fcrc92)

 

Dal 2005 il fcrc92 è dotato di un sito web

 

FantacalcioRC92

 

con una sezione di supporto al campionato in corso,

 

una di archivio per i numerosi fin qui campionati disputati,

 

ed una dalla quale si può scaricare

 

il materiale da utilizzare solo nel fcrc92

 

(dagli Schemi Partita al Regolamento).

 

Inoltre comprende un forum con chat

 

Fantacalciorc92 Forum

 

che permette ai partecipanti di interagire tra loro:

 

dalle comunicazioni delle formazioni

 

alle scelte dei giorni di mercato etc

 

 

indice

 

 

art 51

(Ufficialità del sito)

 

Il sito di cui all'art. 50

 

è il sito ufficiale del fcrc92

 

per cui altri siti da parte di altri partecipanti,

 

avranno esclusivo carattere di sito personale del singolo partecipante

 

in quanto il regolamento, l'archivio e quant'altro

 

saranno di competenza esclusiva di questo sito.

 

n.b.

 

Questa ufficialità non comporta cmq il prevalere

 

su un qualsiasi partecipante

 

in caso di diversi conteggi e classifiche.

 

Per cui il sito fcrc92 non fa più fede di

 

un diverso conteggio o dato statistico

 

di un chiunque altro partecipante

 

che faccia i conteggi con altro sito o sul cartaceo.

 

In caso di discordanza infatti

 

si dovrà semplicemente

 

scoprire chi e come ha commesso l'errore

 

il tutto in base al regolamento del fcrc92.

 

Fa fede invece il sito (e solo quello):

 

1) per l'archivio storico

 

2) per il regolamento ivi leggibile e scaricabile

 

indice

 

 

 art 52

(Alcuna responsabilità del sito)

 

In base a quanto stabilito dall'art. precedente 

 

il sitofcrc92 quindi non risponde in alcun modo

 

di errori nei conteggi, classifiche dati statistici etc

 

in quanto ogni partecipante è tenuto a verificarne la bontà

 

e se possibile farsi almeno il proprio conteggio.

 

indice

 

Nuovo Regolamento FCRC92 - luglio 2008

entrato in vigore dal 48° campionato - stagione 2008/09

 

 

 

torna ad inizio pagina

 

 

Brano: Roxanne  (G. Michael)

 

  [ Homepage FC ]

 

  [ Campionato Attuale ] [ Caratteristiche fcrc92 ] [ Archivio Storico ]

 

Lo sapevate che ] [ Nuovo Regolamento ] Montepremi ] Schemi ]